Uilpa

Siracusa: necessario aumentare personale nel carcere

Armando Algozzino
28 mar 2017 - 17:08

SIRACUSA – La Uil Pubblica Amministrazione Polizia Penitenziaria, ha richiesto l’aumento dell’organico di almeno 40 unità nel carcere di Siracusa. 

Questa la richiesta fatta dopo aver ricevuto la segnalazione di una delegazione capeggiata dal segretario nazionale Armando Algozzino e composta dal segretario regionale Gioacchino Veneziano, dal segretario territoriale Corrado Della Luna e dal responsabile Gruppo Aziendale Unitario Enrico Mangiameli: Algozzino sottolinea la carenza di agenti in forza nel carcere, secondo in Sicilia per capienza di detenuti, “nonostante siano state inviate 35 unità in missione per l’apertura di un nuovo padiglione”.

Numeri che, però, sono stati giudicati insufficienti dai rappresentanti della Uil, considerando l’alto numero di detenuti ospitati dall’Istituto, 675 in tutto, contro la capienza massima di 530.

“Le unità in servizio effettivo – sottolinea Algozzino – sono soltanto 279, delle quali 40 destinate all’attività del Nucleo provinciale e 15 distaccate in altre sedi: quelle presenti sono quindi insufficienti a ricoprire il fabbisogno attuale, con le conseguenti difficoltà a fruire dei diritti previsti”. 

Valutazione positiva, invece, sul fronte della stabilità strutturale e del comfort degli uffici destinati alla polizia penitenziaria, della caserma e degli spazi ricreativi,  del block house e della visibilità dei mezzi che accedono nell’Istituto; uniche lacune rilevate, la prossimità delle due sale colloqui (attigue) che crea difficoltà nella mobilitazione dei detenuti, e l’assenza di una stanza per il personale nell’Ufficio Accettazione.

Proseguono dunque con continuità di risultati le visite nei luoghi di lavoro della polizia penitenziaria a cura della Uil Pubblica Amministrazione, che da diverso tempo è impegnata in iniziative di verifica della salubrità e della stabilità delle strutture carcerarie, al fine di garantire massima sicurezza alla popolazione detenuta e al personale in servizio.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA