Donne

Siracusa, inaugurata nuova sede della Rete Centri Antiviolenza

centro antiviolenza
19 gen 2016 - 17:07

SIRACUSA - Poco tempo dopo la giornata nazionale contro la violenza sulle donne e l’apertura del centro antiviolenza in onore di Eligia Giulia Ardita, apre a Siracusa, nei locali concessi in comodato d’uso dal Libero Consorzio Comunale in via Brenta, la nuova sede della Rete Centri Antiviolenza di Raffaella Mauceri.

Con le sue 150 volontarie e con il suo Coordinamento Donne Siciliane, soggetto giuridico che raccoglie ben 26 associazioni, questa Rete è la più grande realtà siciliana schierata contro la violenza su donne e minori” ha esordito Raffaella Mauceri, presidente e fondatrice della rete, il 16 gennaio alla cerimonia di inaugurazione.

Presenti al momento del taglio del nastro l’on. Vinciullo, padre della legge siciliana sulla violenza di genere e il commissario dott. Antonino Lutri che ha assegnato una sede che aderisce alle disposizioni del decreto presidenziale regionale marzo 2015 sui centri antiviolenza e le case-rifugio.

La Rete infatti è ormai perfettamente a norma sia sul piano strutturale che sul piano delle modalità di intervento, prendendo nettamente le distanze da quei centri ormai definiti abusivi, in quanto non a norma.

Dopo un resoconto dell’immane lavoro compiuto dalla rete negli ultimi 15 anni, ben 1800 donne accolte con i loro figli minori, circa duecento donne rifugiate nelle case rifugio a indirizzo riservato del CDS, decine di donne strappate alla morte per femminicidio, e innumerevoli altre restituite alla libertà, Mauceri ha voluto ringraziare tutti i partecipanti e gli operatori che hanno contribuito a rendere possibile tutto ciò. 

Tra tutti, la fondatrice si è rivolta in particolare alla vicepresidente della Rete avvocato La Runa, alla responsabile del Gruppo accoglienza, dott.ssa Laura Uccello, alla responsabile del Gruppo Eventi, Maria Scrofani, alla presidente di Stonewall, prof. Tiziana Biondi, alle autrici della straordinaria mostra fotografica sulla violenza di genere “Officina delle visioni” di Catania, e alle delegazioni del CDS, giunte da più parti della Sicilia a nome delle quali è intervenuto l’avvocato Pilar Castiglia, responsabile dell’Ufficio Legale regionale.

Ma un ringraziamento speciale e commovente è stato rivolto alle componenti del Direttivo: “Siamo cinque, siamo unite come le dita di una mano. Se qualcuno mi chiede come definire il mio rapporto con le mie meravigliose ragazze, mi basta un solo aggettivo: inseparabili

Per finire la cerimonia in bellezza, le componenti del Direttivo hanno fatto da guida agli intervenuti per visitare la splendida struttura che si articola in più sale: la saletta d’attesa, la stanza per l’accoglienza delle utenti, la stanza riservata al team delle avvocate che offrono consulenza legale, “La sala rossa”, adibita ad ospitare le iniziative promosse dalla Rete.

“Questa grande bellissima sede – ha detto la presidente Mauceri orgogliosa - costituisce il pubblico riconoscimento e il coronamento di vent’anni di lavoro duro, difficile e pericoloso, svolto con l’impegno e il rigore di chi, come noi, crede alla Causa delle donne e guarda avanti e sempre più avanti”.

 

 

 

 

Commenti

commenti

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento