Polizia

Siracusa, consigliere Tony Bonafede in manette per droga

toni-bonafede
29 apr 2016 - 18:45

SIRACUSA – È stato catturato dalla squadra mobile di Siracusa, con 12 kg di marijuana, il consigliere comunale del Pd, Antonio Bonafede, detto “Tony”. 

Eletto nelle file del Pd alle ultime amministrative, il consigliere comunale è stato tratto in arresto per spaccio di droga insieme ad altri due complici. 

Da una prima ricostruzione sembrerebbe che il 31enne, il più giovane a sedere tra i banchi di Palazzo Vermexio, fosse in rotta di collisione con il gruppo consiliare dei democratici. 

Inoltre, Bonafede aveva cominciato un percorso politico con un parlamentare catanese del Pd, che però non era stato eletto nei Democratici.

L’arresto di Antonio Bonafede da parte dei poliziotti della Mobile, ha messo un po’ di scompiglio nelle file del partito.

Secondo quanto si apprende da fonti investigative, pare che Tony Bonafede fosse già da qualche tempo “sotto osservazione”. Nel corso del pomeriggio sono stati precisati i termini dell’operazione che ha portato alla cattura del consigliere comunale siracusano. Bonafede si stava imbarcando per Malta con 20 chili di droga ed è stato arrestato dalla polizia di Pozzallo. 

Gli agenti della squadra mobile di Siracusa, coordinati dalla dirigente Rosa Alba Stramandino, in collaborazione con colleghi della stessa struttura della Questura di Ragusa, diretta da Antonino Ciavola, hanno fermato sul piazzale prima dell’imbarco Bonafede ed altri due uomini, Salvatore Mauceri, 32 anni e Antonio Genova, 44 anni.

All’interno di un borsone e di un trolley la polizia ha trovato e sequestrato 16 chili di marijuana e tre chili e mezzo di hashish. I tre sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 
 
 

 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA