Protesta

Il sindaco di Giarre: “Impossibile raggiungere l’ospedale, intervengano le autorità competenti”

angelo-danna
8 gen 2017 - 16:04

GIARRE - Dopo gli eventi meteorologici di venerdì e sabato, che hanno provocato delle eccezionali nevicate anche sulla zona Jonica e su quella Acese, il sindaco di Giarre Angelo D’Anna, a nome del comitato dei sindaci del distretto sanitario 17, ieri pomeriggio, a conclusione del monitoraggio del territorio e del coordinamento degli interventi necessari di rimozione dei rami di alberi divelti dal forte vento, ha inviato una nuova lettera al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, all’assessore regionale Gucciardi e al presidente della commissione regionale sanità Di Giacomo per protestare ed evidenziare l’impossibilità di raggiungere il presidio ospedaliero e il pronto soccorso di Acireale a causa del blocco dell’autostrada e delle principali arterie di collegamento.

Nella lettera il sindaco evidenzia che “…a neanche trenta giorni dall’ultima missiva relativa ad uno stato emergenziale in atto, già nelle prime ore della giornata odierna le avverse condizioni meteorologiche hanno provocato gravi rallentamenti a causa della sosta di mezzi in difficoltà di marcia nella corsia d’emergenza fino all’arresto totale per qualche ora della circolazione sull’autostrada A18 per le avverse condizioni meteorologiche. Le conseguenziali code chilometriche hanno di fatto impedito la possibilità di un tempestivo raggiungimento della struttura ospedaliera di Acireale ed il ricorso all’annesso pronto soccorso…”.

È stato fatto rilevare che anche l’SS 114 e le strade complementari non erano percorribili da e verso Acireale per i numerosi incidenti correlati alle avverse condizioni meteo e che “…l’evento odierno risulta per l’ennesima volta significativo di quanto potrebbe accadere in caso di evento calamitoso di maggiore entità con ripercussioni dirette sulla salute della cittadinanza e l’impossibilità di tempestivo intervento…”.

Il sindaco conclude la lettera riportando uno stralcio della precedente nota del 6 dicembre scorso e chiedendo “….a nome dei sindaci del distretto socio sanitario n. 17 di rivalutare la necessità di ripristinare il pronto soccorso del presidio ospedaliero di Giarre ed in tale condizione rimanere in allarme nelle prossime ore viste le previsioni meteo per aiutarci ad intervenire nel caso di situazioni emergenziali che si dovessero verificare…”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento