Indignazione

Il sindaco di Castelvetrano annulla il primo torneo in memoria di Paolo Forte, “Sono indignato”

Foto di www.tp24.it/
Foto di www.tp24.it/
12 ago 2015 - 11:24

CASTELVETRANO - É stato annullato il primo torneo Folgore – Marsala in memoria di Paolo Forte, scomparso nel 2012 all’età di cinquantaquattro anni, che doveva svolgersi domani alle 17:30. 

La decisione è stata presa dal sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, dichiaratosi indignato davanti a una manifestazione del genere dato che Paolo Forte non era un comune tifoso, essendo stato condannato nel 1996 per favoreggiamento alla mafia e avendo come padrino di cresima il boss latitante Matteo Messina Denaro.

Durante il periodo di indagini, svolte nel ’96, era emerso che Denaro aveva utilizzato la carta d’identità del figlioccio, ovviamente valida per l’espatrio, per potersi muovere tranquillamente dentro e fuori i confini.

Giuseppe Ranieri, presidente della Folgore, è intervenuto immediatamente replicando alle accuse del sindaco Errante dichiarando: “Respingiamo al mittente sterili polemiche. Noi ci occupiamo solo di sport. Paolo Forte è stato da sempre un nostro grande tifoso.” 

Infatti l’dea del torneo memorial era stata proposta dal fratello di Forte, Nino, ex arbitro di serie C, con l’intento di volerlo ricordare per il suo trascorso da tifoso della Folgore, della quale era stato vicepresidente negli anni ’90, e non per i suoi trascorsi giudiziari.    

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento