Polizia

Sicurezza: miliardi di euro impegnati con la “manovra” ma il Siap è critico

Siap Catania
16 ott 2016 - 17:40

CATANIA – Il Ministro Alfano e il capo della polizia, in occasione dell’8° Congresso Nazionale Siap, hanno annunciato una nuova manovra finanziaria che dà molta speranza.

Durante l’8° Congresso Nzionale Siap, svoltosi lo scorso 30 settembre a Roma, è stata presentata la manovra finanziaria che vedrà ben 1,9 miliardi di euro impegnati nella Sicurezza dei cittadini.

Il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia ritiene che i provvedimenti adottati dal dott. Cardona hanno aumentato le responsabilità delle Volanti. 

I commissariati dovranno spostare e assegnare numerosi uomini verso articolazioni centrali della Questura mettendo in difficoltà il controllo della sicurezza quotidiana dei cittadini ma soprattutto di quelle istituzioni come gli ospedali e le scuole che sono soggette a un’illegalità sempre più diffusa (aggressioni frequenti negli ospedali tanto quanto i danni e i furti nelle scuole). La manovra finanziaria infatti toglierà alcune responsabilità ai commissariati e si sa bene che non bastano certo telecamere e sistemi informatici per garantire la sicurezza dei cittadini. Servono uomini e la loro presenza in questi luoghi“.

A tal proposito il Siap ha proposto al prefetto di Catania Federico di valutare un presidio composto dall’insieme di carabinieri e poliziotti, per evitare non solo le aggressioni all’interno degli ospedali ma dare fiducia a coloro che assistono a scene quotidiane di prepotenza non contrastabili dai sanitari che hanno già le loro responsabilità.

Siamo fermamente contrari al trasferimento della Polizia alla zona industriale, soprattutto delle volanti, ormai unici equipaggi che assicurano gli interventi su tutta la città anche lì dove non sono più impiegate le pattuglie dei commissariati”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA