Cordoglio

La Sicilia piange le vittime di Pioppo e Catania: oggi i funerali

candela-lutto-funerale
3 nov 2016 - 11:47

Oggi è una giornata particolare per la Sicilia. Al centro dell’attenzione i funerali delle vittime della strada, ovvero i tre ragazzi morti nella notte tra lunedì e martedì a Pioppo, frazione di Monreale, in provincia di Palermo, ed il ragazzo che ha perso la vita lo scorso venerdì dopo un incidente stradale nel quartiere San Leone di Catania.

I funerali dei tre ragazzi si svolgeranno oggi alle ore 15 nella chiesa di S.Giuseppe, mentre il quarto si trova ancora in condizioni gravissime ed è attualmente ricoverato in rianimazione.

I quattro si trovavano al chilometro 15 della strada statale che collega Palermo e Partinico. L’auto, una volta finita fuori strada, si è accartocciata e per estrarre i corpi è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Il sindaco di Monreale, Piero Capizzi, sta valutando se proclamare o meno il lutto cittadino.

Aria pesante anche quella che si respira nel quartiere San Leone di Catania, in cui le saracinesche di tutte le attività commerciali sono rimaste abbassate in cordoglio del 16 enne che ha perso la vita in via Duca d’Aosta. Il giovane, a bordo di un Honda SH 300, si sarebbe scontrato con una Fiat Punto. Inutile il trasporto in ospedale.

I funerali si svolgeranno alle 16 di oggi con un corteo di scooter, palloncini, magliette dedicate, corpo bandistico e persino fuochi d’artificio.

Ma, la decisione di chiudere le attività commerciali, a detta della figlia di un commerciante, è stata imposta. Secondo la ragazza, che non nasconde comunque lo sgomento per quanto accaduto, sarebbe stato più logico chiudere le attività solo un’ora nel pomeriggio, anziché tutta la giornata.  

Alla luce di questi avvenimenti c’è da sottolineare l’annosa questione del mancato rispetto delle regole del codice della strada. L’abitudine a correre sulle due ruote sprovvisti di casco è una prassi molto diffusa, specie nei quartieri popolari delle città siciliane. Un maggiore controllo del territorio è d’obbligo, ma da solo non fa nulla, in quanto a dare il buon esempio dovrebbero essere le famiglie. Riguardo l’incidente avvenuto nel palermitano salta fuori un altro argomento appartenente al codice della strada, ovvero il mancato rispetto dei limiti di velocità nelle strade a scorrimento veloce. Questa regola dovrebbe essere utile soprattutto per chi è neopatentato e dovrebbe tendere a percorrere le strade di questo tipo più a passo d’uomo. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA