Nubifragio

Sicilia devastata dal maltempo, ancora danni e tanta paura

maltempo
10 ott 2015 - 18:59

MESSINA -  Da parecchie ore Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, a causa del’esondazione del fiume Mela e di un torrente a Forci Siculi, sono state trasformate in veri e propri fiumi; il detto “non c’è due senza tre” vale però anche per il maltempo, che ha così colpito Torregrotta.

Si è infatti allagato, e non è certo la prima volta, il sottopassaggio che collega la frazione di Scala al paese. Problemi soprattutto per la viabilità: si lavora alla riapertura della litoranea che collega Milazzo a Barcellona Pozzo di Gotto, chiuso anche il collegamento tra Giammoro e Gualtieri Sicaminò, esondato infine il torrente Niceto, a San Pietro, appunto, Niceto.

A Gela è crollata invece un’impalcatura su diverse auto, fortunatamente vuote. Tragedia, fortunatamente solo sfiorata a Caltanissetta dove una ragazza, subito dopo aver abbandonato la sua Smart, l’ha vista distruggersi a causa della caduta di un albero.

Paura anche a Punta Secca, frazione di Santa Croce, provincia di Ragusa e terra di Montalbano, colpita da una tromba d’aria. Chiuse tutte le scuole a Licata, sempre a causa di un ciclone, che ha colpito l’Agrigentino stamattina.

Come se non bastasse BlogSicilia.it riporta che la tratta ferrata Catania-Palermo, tra Enna e Caltanissetta è stata interrotta. Stupisce il fatto che chiamando Trenitalia si viene a sapere che, al di là dei soliti ritardi, è tutto sotto controllo e che non c’è stato alcun danno causato dal maltempo. Di questo passo, considerata la nota situazione dell’autostrada Catania-Messina, muoversi all’interno della nostra Isola sarà un’impresa titanica.

Commenti

commenti

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento