Arresto

Si introduce di nascosto in un terreno, il proprietario gli spara con un fucile

foto-armi
15 ott 2016 - 11:27

CATANIA - Nella tarda serata di ieri, la Polizia di Stato ha arrestato Pietro Muzzicato, di 67 anni, ritenuto responsabile di detenzione e porto illegale di armi da fuoco (di cui una clandestina), munizionamento, e lesioni gravi.

Appena due giorni fa, alcuni agenti della Mobile si erano recati al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vittorio Emanuele” dove era stato trasportato R.S. pregiudicato di 56 anni, con una ferita d’arma da fuoco alla gamba sinistra.

All’esterno dell’ospedale gli investigatori hanno notato una Fiat Panda, con due evidenti fori da arma da fuoco e tracce di sangue sul sedile posteriore, intestata alla moglie del ferito. 

La vittima ha inizialmente riferito genericamente di essere stato ferita da un colpo di fucile mentre si trovava in compagnia di altro soggetto in una zona di campagna nei pressi della base Nato di Sigonella.

Il luogo dell’attentato è stato individuato poco dopo in un fondo agricolo nel territorio di Belpasso dove, peraltro, sono stati rinvenuti e sequestrati un bossolo di fucile calibro 12, un paio di occhiali da vista (caduti alla vittima) e tracce di sangue.

In un fondo agricolo confinante, è stata rinvenuta e sequestrata un’altra cartuccia di fucile calibro 12, simile a quella già rinvenuta prima.

Il proprietario del terreno era proprio Pietro Muzzicato, rintracciato ieri pomeriggio dopo un tentativo di fuga da un controllo degli agenti.

Sarebbe stato lui stesso a dichiarare le proprie responsabilità mostrando anche un fucile calibro 12, illegalmente detenuto in casa, ed un altro fucile calibro 12, con matricola abrasa, nascosto in un garage.

Le due armi sono state sequestrate e Muzzicato è stato arrestato per detenzione e porto illegale di armi da fuoco, anche clandestine.

Nel corso dell’interrogatorio avrebbe confessato di aver sparato, utilizzando il fucile con matricola abrasa caricato a pallini all’indirizzo di R.S. poiché insieme ad altri soggetti, si era introdotto nella sua proprietà con l’intento di rubare un mezzo meccanico.

Espletate le formalità di rito, Muzzicato è stato rinchiuso nel carcere di “Piazza Lanza”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA