Carabinieri

Sorpresa banda del buco ed evitato suicidio di una donna

Carabinieri partinico 11214
18 giu 2015 - 18:29

CATANIA – Sono riusciti a darsi alla fuga, ma i carabinieri sono sulle loro tracce. 

Ieri mattina, infatti, il direttore della banca di Via Umberto 144 ha evitato il peggio. Al momento di aprire l’istituto bancario si è accorto della presenza di alcuni uomini armati all’interno dei locali. Per questo ha preferito non entrare e richiedere l’intervento dei militari, che una volta arrivati, hanno costretto alla fuga i malviventi. Dopo alcuni controlli, le forze dell’ordine hanno scoperto un foro nel muro della banca utilizzato dai rapinatori per entrare e uscire.

Ieri sera, invece, i carabinieri hanno perquisito l’abitazione di una coppia di fidanzati, un trentenne e una venticinquenne. All’interno dell’appartamento sono stati trovati 120 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, dei ventilatori per l’essiccazione delle piante e una ventina di vasi in cui veniva coltivata la canapa indiana.

piante guardia mangano

Piantagione coltivata in casa

Duro il lavoro delle forze dell’ordine anche nella notte: a Stazzo, verso le ore 2, una quarantatreenne ha cercato di togliersi la vita. Era separata, senza lavoro e con dei figli da mantenere. Determinante la telefonata dell’attuale compagno della donna, che ha chiamato immediatamente il 112 dopo aver trovato un biglietto d’addio con scritto dove avrebbe potuto ritrovare il cadavere.

DI FAZIO Andrea 28.3.1987

DI FAZIO Andrea 28.3.1987

Infine a Paternò, verso mezzanotte, i carabinieri sono intervenuti per fermare il ventottenne Andrea Di Fazio. Il ragazzo si era introdotto con il volto coperto all’interno di una pizzeria in via Luigi Sturzo armato di ascia. Il proprietario del locale, aiutato dai figli, ha opposto resistenza fino all’arrivo delle forze dell’ordine. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento