Furto

Sfondano la vetrata di un bar e fuggono: arrestata banda di ragazzi

Volante Polizia 19 agosto 2015
26 set 2015 - 12:11

PALERMO – Scene da film quelle che, alle prime luci dell’alba di stamani, intorno alle 3.30 circa, hanno visto protagonista una giovane banda che, intenta a sfondare una vetrata di un bar, è fuggita non appena ha notato l’arrivo della volante della Polizia.

Durante il regolare controllo del territorio, alcuni agenti, transitando in via Galileo Galilei, hanno notato alcuni malviventi infrangere la vetrata di un negozio. Questi ultimi, accortisi della volante, sono subito saliti su una Fiat Punto iniziando a fuggire in direzione Viale Regione Siciliana. L’inseguimento è durato circa venti minuti e si è concluso nel migliore dei modi grazie al nuovo sistema di video ripresa di cui sono dotate le volanti della Polizia di Stato, “Sistema Mercurio”.

L’inseguimento si è concluso in via Ravetto con l’arresto di Giuseppe Taibbi, 23 anni; Francesco La Rosa e A.C., entrambi di 19 anni. I tre malviventi, residenti nei quartieri cittadini denominati “Altarello” e “Uditore”, erano in compagnia di un quarto complice che, però, è fuggito durante l’inseguimento facendo perdere le proprie tracce.

I tre giovani della banda sono stati accusati di tentato furto aggravato ai danni di una pasticceria cittadina, ricettazione e resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Due agenti, infatti, hanno riportato ferite guaribili in un paio di giorni.

Grazie al sistema della volante è stato possibile apprendere che la vettura sulla quale viaggiavano i malviventi era rubata e, dopo i controlli, è stata riconsegnata al proprietario. All’interno dell’auto, inoltre, sono stati rinvenuti oggetti abilitati allo scasso.

I tre giovani sono stati portati presso le camere di sicurezza della questura in attesa di essere giudicati con il rito per “direttissima”.

Ulteriori indagini sono in corso per risalire al quarto componente della banda fuggito.

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento