Casa

Settore immobiliare in crescita: questo è il momento giusto, ma gli acquisti sono sicuri? Ecco come muoversi

Carmelo Mazzeppi
Carmelo Mazzeppi, presidente regionale FIAIP
31 mar 2017 - 16:43

CATANIA - “Il mercato immobiliare mostra una leggera ripresa e questo fa ben sperare per i prossimi anni”. Le parole affidabili e autorevoli sono quelle del presidente regionale della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali (FIAIP), Carmelo Mazzeppi.

Gli ultimi anni sono stati segnati dalla crisi e dalle enormi difficoltà economiche che, inevitabilmente, hanno investito anche il settore immobiliare. Qualcosa, però, sembra essere cambiata nell’ultimo triennio: dati alla mano, nel 2013 sono state portate a termine circa 410mila compravendite. Nell’ultimo anno circa 530mila. Questi sono i dati nazionali.

E da questi non può che partire un’analisi a 360° di tutto ciò che ruota intorno a questo settore. Su tutti i fattori che possono influenzarlo, ad avere maggiore rilevanza è il sistema del credito: “Ad oggi - spiega Mazzeppi - le banche riescono a finanziare fino all’80% della somma necessaria con un tasso fisso che può raggiungere i minimi storici del 2%”.

Ed ecco allora che si può fare anche un ragionamento più ampio perché, numeri alla mano, la situazione sembra essere destinata a migliorare ulteriormente, complice anche la riduzione dei prezzi degli immobili. Una corsa al ribasso che può facilitare gli acquisti, specialmente nelle zone maggiormente richieste. A Catania, per esempio, il centro e la zona Est della città sono sempre quelle più gettonate. 

Altra domanda di rilievo riguarda la tipologia di abitazione: “I bivani sono molto richiesti, ma ancor di più i trilocali. Il tutto per una questione di vivibilità, specie se in prospettiva futura”. 

Ma, a chi affidarsi per un acquisto sicuro? Sembra proprio che, in un’epoca in cui a farla da padrone sono i portali web oltre che i privati e gli agenti immobiliari improvvisati, affidarsi a veri professionisti è la soluzione che offre più garanzie. Il motivo è presto detto: una federazione come la FIAIP, infatti, segue il cliente dalla visita dell’immobile fino alla stipula dell’atto di compravendita. 

Tanti i vantaggi, specialmente la garanzia di “non avere sorprese sia in termini di costi sia di regolarità urbanistica - sottolinea Mazzeppi -. I venditori devono dichiarare all’atto di compravendita la corrispondenza della planimetria catastale con la realtà di fatto. Cosa che un notaio non può fare visto che il suo compito non è materialmente ispettivo. Un agente immobiliare, invece, recandosi sul luogo, può valutare ogni dettaglio con maggiore accuratezza”.

L’acquirente che si rivolge ad un associato FIAIP, inoltre, trova ulteriori servizi utili atti ad ottenere le soluzioni economiche più vantaggiose. Per esempio, all’interno della stessa associazione, esiste la società di mediazione creditizia Auxilia Finance, convenzionata con i migliori istituti di credito presenti sul territorio.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA