Processo

Sesso con alunno 16enne: assolta insegnante di 41 anni

sesso
24 mar 2017 - 18:45

PALERMO – Accusata di violenza sessuale nei confronti di un alunno minorenne nel 2012, l’insegnante è ora stata assolta perché “il fatto non sussiste”. L’amore tra i due sarebbe stato infatti solo platonico e l’atto sessuale non si sarebbe consumato.

Questa la decisione del Gup Patrizia Ferro, che ha accolto la tesi dell’avvocato Maddalena Giardina per assenza di prove dei rapporti sessuali.

Già nel 2013 il pm Ilaria De Somma aveva chiesto l’assoluzione perché nel 2012 avere rapporti sessuali con un minorenne di almeno 16 anni non era considerato reato, mentre dal 2013, anno in cui si è svolto il processo, il fatto era punibile penalmente.

La strana storia d’amore tra l’alunno e la professoressa, all’epoca lui 16enne e lei 41enne, è iniziata con una lettera mandata dal ragazzino alla donna. I rapporti tra i due sarebbero sfociati prima in uno scambio di messaggi al cellulare e poi in veri e propri incontri o a casa di un’amica di lei o nel suo garage. Lui poi si vantava con i compagni.

L’inchiesta è nata da esposti anonimi, ma è stata subito archiviata per mancanza di prove e poi ripresa dopo le dichiarazioni del 16enne, che si è confidato con un’altra insegnante. Il ragazzino è stato chiamato perciò in tribunale a testimoniare.

Solo oggi l’assoluzione della donna.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA