Provvedimento

Sequestrate società a Milano, Roma e in Sicilia: facevano tutte capo all’imprenditore palermitano Fontana

S
12 set 2015 - 08:26

PALERMO - Un provvedimento emesso dal Tribunale di Palermo, ha portato al sequestro di beni per un valore complessivo di 2 milioni e centomila di euro nei confronti di Eustachio Fontana, di 43 anni.

L’attività è stata svolta congiuntamente dal Nucleo Investigativo dei Carabinieri e dal G.I.C.O della Guardia di Finanza di Palermo.

Fontana è accusato di diversi reati contro il patrimonio quali truffe, accesso abusivo a sistemi informatici, furto aggravato, riciclaggio e altri reati contro la fede pubblica. 

L’aggravante è quella di aver organizzato una vera rete criminale e di aver accumulato, grazie a questa, un ingente patrimonio. 

Il provvedimento di sequestro ha interessato beni aziendali operanti di Palermo, Caltanissetta, Milano, Roma, Calatafimi (provincia di Trapani) e Vittoria (provincia di Ragusa). Le società finite nell’occhio del ciclone sono la Mediterranea Contract srl Unipersonale, l’Uliva srl Unipersonale, la Cantina Sociale Le due Palme Soc. Coop. Agricola, la Fontana srl, la Genius Sas di Fontana Eustachio&Co, il 16,5% delle quote della Financial Holding Longevity srl e l’8,16% dell’Alliance European Wholesale Broker srl.

Sequestrati, inoltre, 4 rapporti bancari e un motociclo.

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento