Corruzione

“Se passi alla maggioranza diventi assessore”. Offerto anche un lavoro al Cara di Mineo per la fidanzata

Cara di Mineo
19 gen 2016 - 14:05

MINEO - Rinviati a giudizio l’ex presidente del consorzio SolCalatino, Paolo Ragusa, il sindaco di Mineo, Anna Aloisio, l’ex sindaco, Giuseppe Mario Mirata, e i due ex assessori, Maurizio Gulizia e Luana Mandrà.

Nel mirino del procuratore Giuseppe Verzera è finita la “campagna acquisti” a sostegno della maggioranza consiliare al Comune di Mineo, in cambio di posti di lavoro o di un posto da assessore.

I reati contestati sono di corruzione in atti d’ufficio e induzione alla corruzione. L’accusa contesta agli indagati un’offerta, che pare sia stata rifiutata, di un posto di lavoro al Cara di Mineo per la fidanzata di un consigliere, se questi fosse passato alla maggioranza con l’ulteriore incentivo della promessa di un posto da assessore.

L’udienza preliminare è fissata per il prossimo 18 febbraio davanti al gup di Caltagirone, Salvatore Ettore Cavallaro.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento