Mafia

Scorta Civica sostiene Nino Di Matteo: striscione a Palazzo delle Aquile

Nino Di Matteo
12 giu 2015 - 11:45

PALERMO - È prevista per oggi pomeriggio alle 14 l’affissione di uno striscione che farà bella mostra di sé dai balconi di Palazzo delle Aquile (Palermo); così Scorta Civica ha deciso di sostenere Nino Di Matteo nel  suo ricorso contro il Consiglio Superiore della Magistratura.

Il Csm infatti ha recentemente comunicato al pm di non aver accettato la sua candidatura alla procura nazionale antimafia. Lo striscione, lungo ben 5 metri, verrà srotolato alla presenza di Leoluca Orlando, attuale sindaco della città di Palermo. Quest’ultimo si recherà al Palazzo delle Aquile in veste ufficiale e rappresenterà l’intera Giunta cittadina.

Scorta Civica, il movimento di solidarietà nato a seguito delle minacce di morte ricevute da Nino di Matteo per conto di Totò Riina, intende sostenere il magistrato; sostengono infatti i membri del movimento che l’affissione dello striscione è “un modo ulteriore per esprimere solidarietà nei confronti dei magistrati che mettono a rischio la propria vita semplicemente svolgendo il proprio lavoro“.

Oltre tutto il portavoce di Scorta Civica, Giorgio Colajanni, approfitta dell’occasione per asserire che ”Il nostro impegno prosegue su tutti i fronti perché la guardia non va mai abbassata. Chiediamo che sia potenziata la tutela nei confronti di tutti i magistrati minacciati dalle organizzazioni criminali, che venga individuata la santabarbara della mafia palermitana, dov’è custodito l’esplosivo destinato a Nino Di Matteo. Infine chiediamo a gran voce l’arresto del superlatitante di Castelvetrano, Matteo Messina Denaro, ancora libero di delinquere malgrado la condanna all’ergastolo per la strage del 1993 all’Accademia dei Georgofili di Firenze”.

A quanto pare quindi, nonostante il Consiglio Superiore della Magistratura ed il Tar del Lazio (ente a cui il PM ha recentemente presentato ricorso per le scelte del CSM) abbiano già preso le loro decisioni in merito alla candidatura di Nino Di Matteo, il popolo e le istituzioni sembrano esprimere con fermezza il loro dissenso.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento