Economia

Scontrino non fiscale: si può usare, ma non sempre, vediamo quando e come

scontrino-non-fiscale
14 set 2017 - 06:37

CATANIA - Andate a fare la spesa, pagate e poi per caso vi casca l’occhio sullo scontrino

Ciò in cui potreste essere incappati (e anzi, molto probabilmente vi è già successo) vi lascerebbe, giustamente, con più di qualche perplessità: “Scontrino non fiscale”.

Già il nome suona strano, e la tentazione di chiamare la Guardia di Finanza per chiedere spiegazioni è tanta; in realtà lo scontrino non fiscale esiste, può essere usato ma non abusato. O meglio, ci sono situazioni in cui è lecito e situazioni in cui è illecito, andiamo a vedere meglio come funziona.

Tutto parte dalla legge 311/2004 che, come specificato al comma 429, consente alle imprese che operano nelle GDO (grande distribuzione organizzata, cioè grandi linee di, per esempio, supermercati composte da varie filiali che rispondono ad una sola “casa madre”) di trasmettere gli incassi per via telematica, divisi per punti vendita.

legge trasmissione telematica incassi

Questo fu permesso per due motivi: 1) combattere l’evasione fiscale. 2) facilitare la vita alle grandi aziende che avrebbero oggettiva difficoltà a gestire migliaia di scontrini in migliaia di negozi sparsi qua e là per lo stivale.

Ecco dunque da dove proviene il nostro tanto misterioso scontrino non fiscale: dietro ogni scontrino non fiscale c’è un’operazione telematica che ha comunicato all’ufficio delle entrate quanto avete speso e quindi quanto dovrà pagare di tasse il negozio in questione.

Attenzione però! Manco a dirlo, non è oro tutto quello che luccica, e la legge è molto chiara su chi può e su chi non può utilizzare questo tipo di scontrino.

Possono farne uso esclusivamente i punti vendita più grandi di 150 metri quadrati (se sono nel territorio di un comune con una popolazione inferiore ai 10.000 abitanti) e i punti vendita superiori ai 250 metri quadratiindipendentemente dal numero di abitanti del comune in cui si trova.

Domanda da un milione di dollari: se la mia impresa rispetta le misure scritte qui sopra ma ha un solo punto vendita (e quindi non fa parte di una GDO) posso farne comunque uso? Assolutamente no.

E anzi, attenzione, perché le multe per chi infrange sono un salasso: se lo scontrino non viene trasmesso telematicamente si paga il 100% dell’imposta se invece non si installano i misuratori fiscali (cioè i registratori di cassa che stampano scontrini e quant’altro) la multa oscilla fra i 1032 e i 4131 euro. Inoltre si rischia la sospensione della licenza: dai 15 giorni ai 2 mesi la prima volta, se ci si riprova la pena aumenta, ondeggiando fra i 2 e i 6 mesi.

Commenti

commenti

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA