Saldi

Sconti “illeciti”, Ascom: “Situazione insostenibile, denunceremo chi si comporta in maniera scorretta”

ragusa polizia natale
22 dic 2015 - 10:13

RAGUSA – Salvo Ingallinera, presidente dell’Ascom Ragusa, ha richiesto all’amministrazione comunale di monitorare con attenzione le attività commerciali della città: a quanto pare infatti molti negozianti avrebbero deciso di anticipare il periodo degli sconti.

Tale scelta, ovviamente, crea non pochi problemi a tutti quei commercianti che, come stabilito dalla legge, hanno intenzione di applicare saldi alla merce in negozio a partire dal prossimo 3 gennaio. Il fenomeno, lo rileva l’Ascom di Ragusa, si ripete annualmente in concomitanza con le feste natalizie e riguarda soprattutto i negozi di abbigliamento.

Sostiene infatti Salvo Ingallinera: “Il riferimento prioritario e’ rivolto alla stagione dei saldi. Infatti, in questi ultimi giorni, sulla scorta delle segnalazioni raccolte, e’ stato possibile appurare come alcuni titolari di esercizi commerciali abbiano attivato un sistema di attrazione della clientela attraverso una scontistica che non ha ragione d’essere in quanto i saldi non inizieranno prima di gennaio. Dunque, riteniamo che sia un modo di fare scorretto che danneggia in maniera seria quelle attivita’ commerciali che si attengono alle regole e che puntano proprio sul periodo natalizio per cercare di recuperare le falle di un’annata per niente positiva. Ci rivolgiamo all’amministrazione comunale affinché’, attraverso il settore specifico della polizia locale, possa attivare i controlli del caso e, se necessario, sanzionare chi trasgredisce. Questa deregulation non aiuta il settore, soprattutto quello dell’abbigliamento, ma, anzi, lo destina a compiere passi sempre piu’ indietro sino alla chiusura di numerose attivita’. Per quanto ci riguarda, questa situazione e’ insostenibile e come Ascom denunceremo chi si comporta in maniera scorretta“.

Proprio per arginare il problema, vero e proprio fenomeno di malcostume, si è tenuto a Modica lo scorso 20 dicembre un incontro tra Giorgio Moncada, presidente dell’Ascom Ragusa e Rosario Cannizzaro, comandante della polizia locale. Il vertice, tenutosi dopo un gran numero di segnalazioni riguardanti la cosiddetta illecita concorrenza, ha avuto lo scopo di concordare una strategia d’azione mirata a tutelare proprio i commercianti che hanno scelto di non applicare sconti prima del prossimo 3 gennaio.

Appare comunque necessario precisare che la Sicilia, regione a statuto speciale, dallo scorso 27 ottobre ha scelto di attenersi a delle nuove normative in materia di saldi. In particolare, almeno per quanto riguarda il 2016 – 2017 i negozianti sarebbero autorizzati ad applicare sconti alla propria merce dal 2 gennaio al 15 di marzo. 

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento