Calcio

Scommesse anomale: la procura indaga su partite di Messina, Catania e Akragas

Scommesse Calcio
26 mag 2016 - 17:56

CATANIA - Anomalie nelle scommesse su alcune partite. La procura di Catania ha aperto un fascicolo per indagare su undici gare di Lega Pro.

Sotto la lente di ingrandimento sono finite alcune sfide che hanno visto protagonista per cinque volte il Messina, quattro il Catania e una l’Akagras. Le indagini sono partite su segnalazione di alcune associazioni che gestiscono i centri scommesse e che hanno rilevato delle anomalie sulle puntate.

Il cambiamento delle quotazioni e il numero di giocate sui risultati hanno insospettito i gestori, che, in alcuni casi, hanno deciso di sospendere le scommesse. Al momento non sono coinvolti  giocatori, né società e si attendono sviluppi in merito.

La speranza è di non vedere altri episodi come quelli accaduti lo scorso anno nel corso dell’operazione “I Treni del Gol”, in cui è stato coinvolto il Catania Calcio. L’allora presidente della società Antonino Pulvirenti comprò delle partite per ottenere la salvezza in serie B. Un episodio gravissimo che, invece, è costato al club rossoazzurro la retrocessione in Lega Pro con conseguente penalizzazione di punti.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA