Avvelenamento

Sciacca, padre e figlio ricoverati dopo aver mangiato mandragola

TS155890
19 mar 2015 - 11:10

SCIACCA – Brutto episodio per una coppia, padre e figlio, intossicati dopo aver mangiato della mandragola che avevano scambiato per borragine.

Nella giornata di ieri, il 50enne e il 12enne del comune di Sciacca, erano andati in campagna per raccogliere della verdura, non consapevoli di aver colto una pianta così velenosa, da essere considerata fonte di poteri sovrannaturali nelle antiche civiltà.

Ricoverati d’urgenza nell’ospedale del comune agrigentino a causa dei forti dolori addominali, sono ora fuori pericolo, anche se le condizioni dell’uomo, ancora intubato, rimangono sotto osservazione dei medici.

Per gli inesperti che hanno voglia di andare alla ricerca di verdura da mettere in tavola, ricordiamo che la mandragora o mandragola, è un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Solanaceae, le cui radici sono caratterizzate da una peculiare biforcazione che ricorda la figura umana (maschile e femminile).

Commenti

commenti

Giuseppe Correnti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento