Patrimonio paesaggistico

Scala dei Turchi: contestazioni ed inciviltà minano la scogliera di marna

polemiche cartelli mareamico
6 set 2015 - 11:40

REALMONTE – La Scala dei Turchi, splendido sito balneare candidato ad entrare nella lista UNESCO dei patrimoni paesaggistici da tutelare, ha subito nuovi danni.

La località, recentemente invasa da cartelloni recanti le diciture “Proprietà privata” o “Divieto di sosta“, è stata in larga parte danneggiata e i furti di marna bianca continuano a rappresentare un atto vandalico perpetrato quotidianamente e sempre più problematico da tenere sotto controllo. Mareamico Agrigento, associazione ambientalista particolarmente attiva sul territorio, si è espressa sull’accaduto per bocca del presidente Claudio Lombardo. Questi, proprio sul suo profilo Facebook ha affermato: “Qualche buontempone ha strappato i cartelli che indicavano la proprietà privata a Scala dei Turchi. La cosa dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che quello è un posto dove non esistono i controlli“. La dichiarazione, è evidente, pone ancora una volta in risalto i disaccordi che da tempo oppongono Mareamico all’amministrazione del piccolo paese dell’agrigentino.

Ma le diatribe per quanto riguarda la Scala dei Turchi non sembrano esaurirsi qui. Da tempo infatti Lillo Zicari, sindaco di Realmonte, e Ferdinando Sciabarrà, proprietario della scogliera di marna, minacciano di risolvere le loro controversie ricorrendo alle vie legali: a quanto pare infatti, con una specifica ordinanza, il proprietario avrebbe dovuto rimuovere entro lo scorso 3 settembre tutti i cartelli recanti la dicitura “Proprietà privata” (cosa non ancora avvenuta). Il Comune quindi dovrà provvedere direttamente ad eliminarli e, come più volte preannunciato dai due contendenti, l’azione scatenerà da ambo le parti una lunga sequela di provvedimenti legali e citazioni in giudizio.

Sullo sfondo permane il dramma della Scala dei Turchi, splendida porzione del patrimonio paesaggistico siciliano che rischia di sgretolarsi tra le mani di burocrati ed incivili.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento