Programma

Sant’Agata 2016, “Notte Bianca”, fuochi d’artificio e ceri: tutte le novità

Festa Sant'Agata
15 gen 2016 - 06:15

CATANIA - Si avvicina una delle feste più attese dai cittadini di Catania che con devozione ed entusiasmo attendono ogni anno la festa della patrona della città: Sant’Agata. 

Tre giorni di emozioni, fede e speranza, dal 3 al 6 Febbraio, non solo per gli abitanti di Catania ma anche per i numerosi turisti e pellegrini che arrivano da ogni dove per ammirare e assistere alle festività. 

Come ogni anno, non mancheranno le polemiche per i fuochi d’artificio e per i ceri che, accesi, durante la notte, causano non pochi danni alla città. 

ceri

Secondo quanto stabilito dal Comune di Catania e dal sindaco Enzo Bianco, quest’anno i botti ci saranno e, siamo certi, non mancheranno anche i ceri dei devoti accesi. 

Già lo scorso dicembre, il primo cittadino insieme all’arcivescovo di Catania, monsignor Gristina e il presidente onorario del comitato, Francesco Marano, hanno annunciato la scelta del Maestro del Fercolo che, per il secondo anno consecutivo, è ricaduta su Claudio Consoli. 

Il programma resta immutato: avremo le processioni del 4 e 5 febbraio, la peregrinatio del Velo e delle reliquie di Sant’Agata nelle varie parrocchie della città, l’offerta della Cera il 3 febbraio con le “Carrozze del Senato”. Non mancheranno i momenti di preghiera dedicati alla santa patrona: in particolare, ci saranno delle giornate dedicate alla Vita Consacrata e alle Associazioni Agatine. 

fuochi

Una novità, però, nel programma delle festività agatine 2016, è presente: infatti, numerosi sono gli eventi culturali cui hanno deciso di partecipare associazioni, enti e cittadini. 

Il presidente del Comitato, Marano, ha così annunciato: La prima novità sarà una serata speciale in occasione della consegna della Candelora d’Oro da parte del Sindaco la domenica 31 gennaio: dopo la cerimonia nella corte di Palazzo degli Elefanti e l’omaggio floreale dei Vigili del Fuoco si svolgerà uno spettacolo di video-mapping a cura di Fabrizio Villa sulle facciate di piazza Duomo e uno spettacolo pirotecnico. A seguire si svolgerà la Notte bianca dei musei e del commercio, con i musei e i negozi del centro aperti fino a notte”. 

Una “Notte bianca” quella che attende i cittadini catanesi che, per l’occasione, troveranno tutte le attività aperte sino alle ore 24

Inoltre, la tanto attesa consegna della “Candelora d’Oro” alla schermitrice Rossella Fiamingo. L’annuncio di questa decisione lo ha fatto lo stesso sindaco Bianco, che ha così dichiarato: “Il 31 gennaio avrò il piacere di consegnare la Candelora d’Oro a una giovane donna, modello di impegno e generosità per tutti i giovani catanesi, la campionessa di spada femminile Rossella Fiamingo, ambasciatrice della città di Catania e impegnata nel sociale. Orgoglioso di una giovane concittadina che con tenacia e determinazione ha raggiunto le vette più alte nella sua disciplina. La dimostrazione che con passione e con obiettivi chiari tutti gli impegni che ci prefiggiamo possono essere raggiunti”.

Intanto, Catania, prepara il sacco bianco, il cordone e il fazzoletto…. Sant’Agata, sta arrivando! 

 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA