Lutto

“Samuele non era solo un compagno di scuola ma un grande amico”. Il ricordo dell’istituto Gemmellaro. VIDEO

Ricordo Samuele istituto Gemmellaro
4 apr 2016 - 11:58

CATANIA - Tutti raccolti lì, in quello spiazzo che è sempre stato punto di ritrovo, specialmente nei momenti di svago e di ricreazione. Questa volta, però, nessuno schiamazzo, solo silenzio e lacrime.

È così che l’istituto Gemmellaro di Catania ha voluto ricordare il suo studente Samuele Pappalardo, trovato morto ieri e di cui non si avevano notizie da martedì scorso.

Una foto con dei fiori e dei palloncini bianchi e un gruppo di ragazzi al centro, pronti a farli volare. I compagni di classe e gli amici più stretti, che hanno usato parole toccanti, profonde e in grado di smuovere gli animi anche di chi non lo conosceva.

“Non ci aspettavamo – dice Marcodi vivere un momento così. Samuele non era solo un compagno di scuola, ma un amico. Ci faceva divertire. Ieri è stato trovato morto e molti hanno cominciato a parlare senza sapere la verità, che sa solo lui. Non date retta né a giornali né altro. Stiamo soltanto vicini alla famiglia”.

Poi è la volta di Giovanni, che mostra tutta la sua commozione: “Sono stato uno dei primi ad andare sul posto. Neanche ci credevo. Come tutti aveva i suoi problemi, ma era normalissimo. La sua vita si è fermata troppo presto, ancora poteva fare tante cose. Invito tutti, secondo la vostra fede, a pregare per lui, per i familiari e per coloro che lo piangono. Non è bello vedere il sorriso di un amico prima di Pasqua e poi vederlo solo in foto con dei fiori”.

Infine, Antonino non riesce neanche a parlare e conclude a gran voce: “Ciao Samuele”. E un grande applauso accompagna il volo dei palloncini.

 

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA