Furti

Banda di “tombaroli” in azione: danneggiano il monte Adranone, sei arresti

monte adranone
6 mar 2017 - 11:28

AGRIGENTO – Hanno approfittato del buio della notte per saccheggiare e danneggiare gran parte del sito archeologico il monte Adranone, che si trova nel comune di Sambuca di Sicilia, particolarmente ricco di reperti risalenti al IV sec, a.C. e per questo sono stati arrestati.

Parliamo di una ricchezza per il territorio siciliano che d qualche tempo non è soltanto meta di turisti, ma anche di ladri che durante la notte scavano su tutta l’area e rubano reperti vari tra cui monili, vasi, monete risalenti al III-IV sec a.C.

I furfanti poi rivendevano il bottino nel mercato fiorente del commercio di reperti storici, soprattutto destinato a collezionisti francesi.

I carabinieri si sono messi sulle tracce dei delinquenti a seguito delle numerose denunce che sono state presentate dai responsabili del sito.

In sostanza i militari hanno effettuato degli appostamenti proprio nelle vicinanze del monte Adranone e, nella notte tra giovedì e venerdì, dopo ore di appostamento, hanno beccato in flagrante sei persone armate di pale, picconi, torce e di strumenti utili per scavare e raccogliere i vari reperti.

Le sei persone tutte della provincia di Catania e più precisamente di Paternò, il territorio lo conoscevano bene, nella notte, infatti i loro movimenti erano precisi e silenziosi.

Con ogni probabilità non era la prima volta che “facevano visita” in quei luoghi.

Tre di loro, infatti, avevano precedenti per reati contro il patrimonio, due dei quali in modo specifico per impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

I sei arrestati per tentato furto di materiale archeologico e danneggiamento su sito archeologico, sono stati identificati:

Salvatore Di Stefano 55 anni,

  

Salvatore Di Stefano

Salvatore Di Stefano

Vincenzo Antonin Sinatra 43anni,

Vincenzo Antonino Sinastra

Vincenzo Antonino Sinastra

Salvatore Anicito 40 anni,

Salvatore Anicito

Salvatore Anicito

Vito Stancanelli 43 anni,

Vito Stancanelli

Vito Stancanelli

Filippo Germanà 43 anni

Filippo Germanà

Filippo Germanà

I sei, poi, sono stati portati negli uffici del comando Compagnia di Sciacca per le operazioni di rito.

Nei prossimi giorni il G.I.P. presso il Tribunale di Sciacca, deciderà in merito alla relativa convalida degli arresti.

Foto di repertorio

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA