Provvedimento

Ruba i soldi delle marche da bollo e butta documenti, in manette dipendente Procura di Termini Imerese

guardia-di-finanza-
30 apr 2016 - 11:06

PALERMO - La guardia di Finanza termitana ha arrestato una dipendente della Procura della Repubblica di Termini Imerese con l’accusa di peculato e distruzione di documenti.

“Quando i cittadini si recavano presso l’Ufficio giudiziario richiedendo copia di atti processuali, la signora faceva correttamente presente la necessità di apporre sui documenti le previste marche da bollo”, riferiscono le fiamme gialle.

Per coloro che erano sprovvisti di marche da bollo, la signora si è offerta personalmente di provvedere all’acquisto, facendosi lasciare il denaro necessario. “A questo punto, si è appropriata del denaro e ha contestualmente distrutto le domande dei richiedenti”.

Secondo quanto è emerso dalle indagini, la dipendente avrebbe anche rimosso alcune marche da bollo da documenti preesistenti, con l’intenzione di “riciclarle” per altri atti.

Per scoprire il meccanismo messo in atto dalla dipendente, sono state necessarie alcune segnalazioni del personale amministrativo del Palazzo di Giustizia, riguardo presunti illeciti, e le fiamme gialle sono intervenute eseguendo intercettazioni sia telefoniche che ambientali all’interno dell’ufficio, insieme alle riprese video.

Al momento, la dipendente è agli arresti domiciliari.  

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA