Raptus

Riunione di condominio “rovente”: sbattuto fuori, incendia la targa dello studio

condominio
25 mag 2017 - 11:54

CATANIA – Che le riunioni di condominio siano occasioni in cui gli animi dei partecipanti si infuocano è risaputo, ma, a volte, le fiamme divampano realmente.

È quello che è successo a Catania: un uomo ha preteso di partecipare ad un’assemblea senza averne alcun diritto.

In sostanza, il protagonista della storia si è presentato davanti all’ufficio dell’amministratore condominiale senza possedere di alcuna delega che lo legittimasse a permanere insieme con gli altri condomini.

Per questa ragione l’uomo è stato invitato ad uscire dall’appartamento, ma, una volta fuori, è scattato il raptus di rabbia: sentendosi rifiutato, ha staccato la targa societaria dal muro, preso l’accendino ed appiccato il fuoco.

Chiaramente se le fiamme non fossero state spente in tempo, avrebbero potuto causare gravi danni.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA