Lavori

Ristrutturazione dei plessi scolastici e gestione del servizio idrico: Zafferana Etnea si rimette in linea

Zafferana Etnea
5 set 2017 - 18:10

ZAFFERANA ETNEA - Tra qualche giorno suonerà la prima campanella del nuovo anno scolastico 2017-2018 e Zafferana Etnea si farà trovare pronta, con edifici scolastici pienamente efficienti dopo la manutenzione ordinaria e straordinaria programmata nei dieci plessi che ospitano gli studenti zafferanesi.

L’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco, dott. Alfio Vincenzo Russo, ha sempre prestato grande attenzione verso le problematiche scolastiche, a cominciare dalla sicurezza strutturale degli edifici scolastici per continuare con i servizi erogati, puntuali ed efficienti.

Basti pensare anche al report dello scorso anno scolastico con 22.619 pasti erogati nelle mense scolastiche per un costo complessivo di 58.809,32 euro ed al puntuale servizio di trasporto gratuito degli alunni garantito giornalmente dagli scuolabus che, dal centro e dalle frazioni, hanno accompagnato complessivamente a scuola 250 studenti al giorno.

Oltre a questo, l’Amministrazione Comunale provvederà anche per l’imminente anno scolastico al pagamento degli abbonamenti mensili per consentire agli alunni fuori sede di raggiungere gli istituti scolastici di Catania ed Acireale. Nel periodo invernale, i locali scolastici saranno, come sempre, efficientemente riscaldati e ogni servizio sarà garantito con tempestività e regolarità.

“Le numerose strutture scolastiche presenti nel nostro territorio comunale rappresentano un prezioso patrimonio da salvaguardare attraverso l’effettuazione di periodici interventi manutentivi che ne preservino la funzionalità ed assicurino condizioni di sicurezza e vivibilità –ha ribadito il Sindaco di Zafferana, dott. Alfio Vincenzo Russo - e saremo pronti per l’inizio del nuovo anno scolastico.”

Desidero ringraziare, in tal senso, il nostro ufficio tecnico comunale diretto magistralmente dell’ing. Ennio Costanzo, il caposervizio Alfredo Scuderi ed i nostri operai che hanno profuso enormi sforzi per raggiungere gli obiettivi programmati e finalizzati all’erogazione di servizi sempre più efficienti ed efficaci alla nostra comunità e, in questo caso specifico, a docenti e studenti che frequentano le nostre scuole”.

Grande plauso anche per quanto riguarda l’efficace gestione del servizio idrico che, per Zafferana Etnea, costituisce un autentico valore aggiunto e contribuisce ad elevare la qualità della vita nonché lo sviluppo turistico soprattutto nel periodo estivo quando la popolazione aumenta considerevolmente per l’enorme numero di turisti e visitatori che accorrono da varie parti dell’isola, dall’Italia e anche dall’estero grazie anche al ricco cartellone di “Etna in Scena” che, anche in questa estate 2017, ha fatto registrare un autentico boom di presenze nell’anfiteatro comunale in occasione dei prestigiosi concerti e spettacoli vari.

Il sovraffollamento determina consumi elevatissimi di acqua potabile ma, grazie alla sapiente attività programmata dall’Amministrazione Comunale durante i mesi estivi, all’incessante opera di monitoraggio ed ai puntuali interventi dell’unico fontaniere comunale, Mario Palazzolo, l’intera comunità zafferanese può beneficiare di un sistema di erogazione dell’acqua impeccabile e molto funzionale in tutti i periodi dell’anno.

“Il nostro obiettivo – continua il primo cittadino Alfio Vincenzo Russo – è quello di garantire al meglio le condizioni di vivibilità nel nostro territorio, rispondendo concretamente alle aspettative della gente, erogando i servizi in modo da soddisfare anche le esigenze dell’offerta turistica. La nostra è una comunità matura, consapevole di rappresentare un invidiato modello di sviluppo e riferimento nell’intero panorama siciliano. Zafferana è un patrimonio comune da tutelare, salvaguardare e sviluppare ulteriormente, spingendo al massimo il progetto politico del bene comune quale valore imprescindibile per un aumento della qualità della vita, fine ultimo di qualsiasi amministrazione della polis”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA