Confcommercio

Nei ristoranti menu in tutte le lingue del mondo

IMG_0166
27 apr 2015 - 16:04

CATANIA - Da oggi ordinare al ristorante una parmigiana in giapponese o un cannolo con la ricotta in arabo non sarà più un problema per i turisti in visita a Catania. Grazie a Menù ++ infatti i ristoranti potranno proporre la loro lista dei piatti in dieci lingue diverse.

Dalla collaborazione tra Confcommercio Catania e ALVEOS – soluzioni produttive, è nato MENU’ ++ una soluzione informatica che abbatte le barriere linguistiche e tecnologiche, mettendo i ristoratori in condizione di migliorare la propria offerta e di essere più competitivi, e i turisti in grado di visualizzare in tempo reale la traduzione dei menù ed altre informazioni quali ad esempio gli ingredienti, la storia della pietanza ed eventuali curiosità inerenti.

Il progetto è stato presentato per la prima volta stamattina nella sede di Confcommercio Catania, il capoluogo etneo è infatti la città campione dalla quale parte Menù ++, dal presidente di Confcommercio Sicilia Pietro Agen e dal presidente regionale FIPE Confcommercio Dario Pistorio, alla presenza del sindaco di Catania Enzo Bianco.

La piattaforma è stata illustrata da Ivan Tassone, responsabile commerciale di Alveos: “In Italia ospitiamo 46.000.000 di turisti l’anno. L’80% utilizza regolarmente Internet nel proprio paese, ma in pochi lo utilizzano in Italia. Il turista medio conosce meno di 20 parole utili in italiano! Mettiamo il caso che dei turisti devono scegliere tra diversi ristoranti – ha spiegato Tassone – ma non parlano italiano e non dispongono della connessione ad Internet. Il loro Smartphone tuttavia segnala una rete wi-fi gratuita cui agganciarsi. Tramite il QR code applicato al menu cartaceo e la connessione wi-fi riescono ad accedere ad una piattaforma che mostra il menù del ristorante nella loro lingua, corredato di foto, ingredienti e la storia dei singoli piatti. Il tutto condito dai feedback di precedenti visitatori”.

Una soluzione quindi multi laterale che abbatte le barriere linguistiche e tecnologiche, mette il ristoratore in condizione di migliorare la propria offerta e conferisce al territorio un’infrastruttura all’avanguardia. Il sindaco Enzo Bianco: “Una bellissima iniziativa, che ha una valenza importante per tutto il comparto turistico. Servizi come questo permettono di fare passi avanti per attrarre turisti e Catania si sta muovendo per migliorare l’offerta turistica, puntando sull’accoglienza con infrastrutture come porto e aeroporto ma anche sulle bellezze della città e la sua posizione baricentrica, rispetto, per esempio, a Taormina o Siracusa e i maggiori luoghi di attrazione. Auspico una maggiore collaborazione con la Confcommercio – ha concluso il sindaco – affinchè si possa lavorare in sinergia su progetti di sviluppo del comparto del turismo e del commercio”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento