Ambiente

Riposto, lavori sul torrente Macchia per scongiurare paludamenti

INTERVENTO TORRENTE A  S.ANNA
27 lug 2015 - 16:33

RIPOSTO - Con autorizzazione del Genio civile stamani, alla presenza dei sindaci dei comuni rivieraschi di Riposto e Mascali, Enzo Caragliano e Luigi Messina, è stato eseguito un intervento di manutenzione straordinario nel letto di magra del torrente Macchia, in territorio di sant’Anna di Mascali, al confine con il territorio di Riposto, ove scorrono le acque depurate del vicino impianto di Sant’Anna di pertinenza del Consorzio di depurazione, del quale fanno parte i Comuni di Giarre, Riposto, Mascali, Sant’Alfio e Fiumefreddo.

Per effetto degli agenti atmosferici, nel corso degli anni, le dimensioni dell’alveo nel quale scorrono le acque depurate dell’impianto di San’Anna, avevano subito nel tratto terminale corrispondente alla spiaggia di Sant’Anna, dei significativi cambiamenti morfologici, determinando la creazione di paludamenti. Grazie all’intervento scattato all’alba di oggi e fortemente voluto dai sindaci di Riposto e Mascali, è stato ridisegnato il percorso finale del torrente, restringendo di qualche metro le dimensioni dell’alveo (da 5mt a 2 mt) e modificando le pendenze, in modo da evitare eventuali ristagnamenti; contestualmente è stata ripulita tutta la zona antistante il sottoponte di via Spiaggia dove si era creato una sorta di sbarramento delle acque depurate a causa di un evidente scalzamento del terreno, determinando, come detto, alcuni paludamenti. L’intervento è servito anche ad ottimizzare le funzioni idrauliche nel letto del torrente.

I lavori sono fondamentali e consentono al depuratore di svolgere al meglio le proprie funzioniafferma il sindaco di Riposto, Enzo Caragliano -. Abbiamo ristretto l’alveo aumentando la portata cosi da evitare ristagni, un intervento necessario e opportuno che ha visto due sindaci impegnanti sinergicamente, nell’ottica di salvaguardare i propri territori anche sotto il profilo ambientale”.

Il sindaco di Mascali, Luigi Messina sottolinea l’importanza dell’intervento: “Ho trovato la piena collaborazione del sindaco di Riposto e del Consorzio di depurazione nell’avviare in tempi rapidi queste opere manutentive, ottenendo tempestivamente l’autorizzazione del Genio civile. Questo proficuo atteggiamento improntato alla collaborazione mi fa ben sperare per il futuro. Nei prossimi giorni andremo al Ministero dell’Ambiente a Roma per sollecitare l’avvio dei lavori per la condotta sottomarina e il completamento del terzo modulo dell’impianto di depurazione e riuscire tutti insieme, nell’interesse esclusivo della collettività, ad ottimizzare il sistema di depurazione”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento