Interventi

Riposto, fondi di riserva per lavori di manutenzione

caragliano-sindaco
1 dic 2016 - 18:02

RIPOSTO -  Il primo cittadino Enzo Caragliano, nella prospettiva di realizzare importanti interventi di manutenzione e sicurezza non più rinviabili, ha autorizzato l’Area Tecnico Manutentiva 7 del Comune per l’impiego di 21.150 euro, ricavati dai fondi di riserva a lui assegnati cui però il sindaco ha rinunciato.

Si tratta di somme utilizzate per vari compiti istituzionali, rimborsi viaggio per le missioni all’interno della Regione e presso altri Enti e accoglienza istituzionale distribuiti per rimuovere due alberi di grossa mole e di alto fusto, ripristinare i marciapiedi di via Almerico e di via Rocco La Porta, messa in sicurezza di alcuni tratti della Strada 4 (da via Carbonaro al cimitero comunale) e della stessa via Carbonaro (da via Salici al civ.152). Inoltre, è stata prevista anche la collocazione di 4 dossi artificiali e della relativa segnaletica verticale di obbligo di limite di velocità a 30kmh.

In via Duca del Mare, nel tratto compreso tra via Dogana e via Colombo, nella strada di ingresso del cimitero comunale e infine in via Caragliano, sono state impiegate diverse migliaia di euro a favore dell’installazione di alcuni pali di illuminazione pubblica con relativi corpi illuminanti  per scongiurare il pericolo connesso al buio notturno.

Inoltre sono stati sostituiti diversi giochi per bambini e parti di pavimentazione anti trauma percolanti all’interno di Villa Pantano. Collocate anche delle luminarie di San Pietro per le manifestazioni natalizie e per la banda musicale. 

Il sindaco Enzo Caragliano, inoltre, ha reso noto che dopo l’approvazione del bilancio è stato possibile impiegare delle risorse per l’esecuzione di alcuni interventi di manutenzione urgenti che riguardano il cimitero comunale (primi tra tutti l’eliminazione delle infiltrazioni e la riparazione di parte del sotto solaio del I e II cimitero), insieme ad interventi di impermeabilizzazione e riparazione del tetto dell’edificio del museo botanico, nel parco delle Kentie.

“Questi interventi – come ha sottolineato Caragliano – rientrano in un pacchetto di priorità improcrastinabili. Abbiamo selezionato le opere più urgenti e nel contempo finanziato quelle iniziative di aggregazione sociale legate alle imminenti festività natalizie, prelevando somme dal fondo di riserva che, con grande sacrificio, abbiamo accantonato, consapevoli che il bene della città ha una priorità assoluta”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA