Riqualificazione

Rinata per un giorno la pista di via Mulè a Palermo

_BLG7615_1000
23 mag 2016 - 19:40

PALERMO - Ieri, domenica 22 maggio, un’invasione pacifica di ragazzi ha rianimato la pista di pattinaggio abbandonata in via Giuseppe Mulè a Palermo. La pista, uno dei pochissimi spazi di aggregazione del quartiere Villa Tasca, dopo un breve periodo di gestione da parte di volontari, da più di un anno è tornata a disposizione del Comune e, dopo un paio di mesi di apparente attenzione, è stata nuovamente abbandonata a se stessa. Qualche mese fa vandali hanno approfittato della mancanza di custodia e l’hanno devastata arrivando a distruggere e dar fuoco ai servizi igienici.

Questo evento di riqualificazioneci dice Luca Reina, consigliere della quarta circoscrizioneè stato organizzato dai tanti ragazzi palermitani che, giornalmente, non riescono ad usufruire di tutti gli spazi abbandonati e lasciati all’incuria. Una risposta concreta all’Amministrazione Comunale che ha deciso di prendere possesso di questa pista per poi abbandonarla. Io, insieme ai consiglieri Mancuso e Tuzzolino e con il grande lavoro giornaliero di tutti i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa, mandiamo un segnale netto all’amministrazione: ridate la pista al quartiere Villa Tasca. Dopo una settimana di pulizia e riqualificazione volontarie, domenica 22 si sono svolte esibizioni di skate, roller derby e graffiti, che hanno reso vivo e colorato un posto precedentemente abbandonato. Chiediamo con grande impegno all’amministrazione di attuare i lavori di sistemazione del luogo per poi poterlo affidare a tutti quei ragazzi che desiderano renderlo vivo e attivo giornalmente, soprattutto tramite iniziative culturali, sportive e artistiche come questa”.

In molti hanno presenziato all’evento, non solo ragazzi del quartiere ma tanti writers, skaters, famiglie con bambini venuti a sostenere l’operazione e la squadra di roller derby delle Poison Kittens; mentre i graffitari decoravano i muri perimetrali con le loro creazioni, sulla pista si sono alternate gare di skate ed acrobazie e una partita dimostrativa di rollerderby, in un clima di festa e partecipazione. I ragazzi hanno dato prova di capacità organizzativa e senso civico e seppur stanchi a fine giornata si sono premurati di pulire a fondo per lasciare fruibile lo spazio.

_BLG7551_1000

A quanto pare, da tempo si sta valutando cosa fare della pista: se il Comune sia in grado di gestirla direttamente o se affidarla a qualche privato, lasciando aperto il dibattito se in questo caso si possa garantire un servizio senza gravare sulle casse comunali o se non si perda così il senso di uno spazio pubblico. L’alternativa potrebbe essere appunto quella di affidarne la gestione ad un collettivo di associazioni sportive e volontari, nello spirito delle pratiche dal basso virtuose che in più occasioni questa amministrazione ha dichiarato di sostenere.

Davide Bologna

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA