Cerimonia

52° anniversario della strage di Ciaculli: ricordare per non dimenticare

52° anniversario Ciaculli
30 giu 2015 - 16:41

PALERMO – Sono passati 52 anni dalla strage di Ciaculli, ma il ricordo di quel tragico giorno e delle persone coinvolte è sempre vivo. Non rendergli omaggio sarebbe rendere vano il loro sacrificio e la loro voglia di combattere la criminalità organizzata.

In quel giorno, il 30 giugno del 1963, il tenente dei carabinieri Mario Malausa, i marescialli Silvio Corrao e Calogero Vaccaro, gli appuntati Eugenio Altomare e Marino Fardelli, il maresciallo dell’esercito Pasquale Nuccio e il soldato Giorgio Ciacci vennero uccisi dalla mafia: “Non bisogna mai dimenticare – afferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlandochi ha lottato contro la criminalità organizzata. In seguito a quel tragico giorno anche la chiesa ebbe paura e faticò a uscire dal suo silenzio. Ci vollero 30 anni”.

Inoltre, insieme all’assessore al Verde Francesco Maria Raimondo e al comandante generale Tullio Del Sette, il primo cittadino del capoluogo siciliano si è recato al Giardino della Memoria di Ciaculli, dove è stato piantato un albero in memoria di un’altra vittima della mafia: l’ufficiale dei carabinieri Emanuele Basile, ucciso il 4 maggio del 1980.

Commenti

commenti

  • 52° anniversario Ciaculli 1
  • 52° anniversario Ciaculli 2
  • 52° anniversario Ciaculli 3

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento