Itinerari

Riassaporare il gusto delle proprie origini con “Pozzo di Mazza”

2b
17 lug 2016 - 06:03

Tornare a vivere in Sicilia e riassaporare il gusto delle proprie origini.

Assistere all’inesorabile effetto del tempo o far rinascere l’amore per i luoghi, per la natura, per la Terra.

Questo l’inizio dell’avventura “Pozzo di Mazza”, caseggiato ottocentesco, anticamente destinato alla trasformazione dell’uva, come testimonia l’antico palmento perfettamente conservato, oggi agriturismo a sud del porto grande di Siracusa, nella pre-area del parco marino protetto del Plemmirio, sulla strada del barocco, a pochi minuti dalle spiagge dell’Arenella e di Fontane Bianche.

I terreni intorno al caseggiato, ora destinati alla coltura di agrumi ed ortaggi, erano un tempo coltivati a vigna con la tipica forma bassa ad arborello. L’uva veniva portata nel pigiatoio attraverso una finestra a metà delle scale esterne dove veniva pigiata con i piedi ed il succo scendeva nelle vasche in pietra sottostanti.

Una volta ottenuto il vino veniva messo in botti di legno situate in cantina per conservarlo ad una temperatura più fresca.

La stanza del grande forno con una forma atipica ed antica che evoca immagini seducenti di vita contadina e di antiche fragranze di pane appena sfornato, focacce imbottite, verdure arrostite, l’incantevole giardino esterno e il palmento rendono “Pozzo di Mazza” un posto unico.

Anche il nome è rimasto quello di allora in “onore” dei due pozzi ancora esistenti che con i loro abbeveratoi in pietra venivano utilizzati dai contadini per rifornirsi di acqua e per abbeverare gli animali.

A “Pozzo di Mazza” è possibile gustare l’aromatico limone di Siracusa, prodotto ortofrutticolo siciliano d’eccellenza all’interno del “Percorso del Limone di Siracusa IGP” proposto da Agromobile in partenariato con Gusto di campagna.

Estremamente succoso, dalla scorza sottile, “profumoso”, adatto al consumo alimentare ma anche alla produzione di oli essenziali di alta qualità; ricchissimo di vitamina C e acido citrico, un toccasana per la salute.

Una tradizione millenaria che vive ancora oggi nella passione di chi ama la propria terra, come testimonia la tradizionale raccolta a mano che non smette mai di affascinare grandi e piccini.

“Pozzo di Mazza” abbraccia la filosofia di “Gusto di campagna”, l’associazione culturale che vuol far “gustare”, il prodotto siciliano nella sua genuinità promuovendo la tradizione culturale del territorio.

Gusto di campagna è promozione, valorizzazione ma soprattutto relazione.

Abbracciare Gusto di campagna significa “abbracciare” il territorio, riscoprire il piacere del “vivere la campagna”, e riappropriarsi di tempo e spazio dal sapore tutto sicilliano.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati