Tragedia

“Resti umani sotto gli occhi, è terribile”. Continuano le operazioni di recupero dei corpi dei migranti dal relitto

relitto Augusta
4 lug 2016 - 12:46

AUGUSTA - Proseguono senza sosta le operazioni dei vigili del fuoco per estrarre i corpi dei migranti dal barcone recuperato dai fondali del mare.

Il relitto si trova su una struttura posizionata nel “Pontile Marina militare” di Melilli. Concluse le prime verifiche strutturali dell’imbarcazione, le squadre si sono alternate nel lavoro di messa in sicurezza del relitto, a cominciare dal ponte di coperta, con la rimozione del materiale ammassato e di parti pericolanti o d’intralcio per le operazioni.

Contestualmente sono stati recuperati i primi resti e affidati per le procedure di identificazione alla struttura del “Labanof” dell’Universita’ di Milano, con la quale i Vigili del fuoco hanno condiviso, in fase di pianificazione, le modalità di recupero.

Per acquisire maggiori informazioni, sono state installate delle telecamere telescopiche introdotte nelle stive. Per consentire il passaggio all’interno, ieri è stato effettuato un primo taglio centrale sulla murata di sinistra.

Stamane si è proceduto a un secondo taglio. L’operazione, per la quale sono attualmente impegnati 83 vigili del fuoco, terminerà solamente a recupero ultimato di tutti i corpi.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA