L'opinione

“Il rapporto genitori-figli?Difficilissimo. Spesso i primi hanno un’anima fragilissima”. Il parere della pedagogista

come-comportarsi-con-le-bugie-degli-adolescenti_4c6e513d164b3950e7a22a43fbb2e14e
29 giu 2015 - 13:24

CATANIA - Quanto è difficile essere genitori oggi? Educare un figlio è uno dei compiti più complicati al mondo e nel tempo ha mostrato una notevole evoluzione: si è passati forse da genitori troppo autorevoli a genitori troppo “amici”? 

Proprio stamattina una ragazzina di tredici anni vedendosi vietata un’uscita con le compagnette ha deciso di punire suo padre con un segnale forte… diremmo estremo. Senza neanche pensarci due volte si è buttata dal balcone della propria abitazione e adesso è ricoverata in ospedale dopo aver riportato fratture multiple.

Non si può generalizzare. Il ruolo del genitore è complicato e noi psicologi analizziamo caso per caso prima di esprimerci – spiega la dottoressa Anna Teghini, pedagogista catanese -. Molte volte, ad esempio, ci troviamo difronte genitori immaturi, in certi casi sono anche minorenni, e sono loro i primi ad aver bisogno di un’autorità e una guida. E sono questi i casi in cui diventa veramente difficilissimo impartire una corretta educazione ai propri figli perché non si riesce a capire in che direzione andare”.

La dottoressa Teghini ha tenuto, dunque, a sottolineare come spesso all’interno delle famiglie stesse i primi ad avere un’anima fragilissima sono proprio i genitori, gli stessi che dovrebbero impartire l’esempio e gli stessi che vivono un continuo conflitto interiore.

Durante periodi particolari come quelli della preadolescenza e adolescenza bisogna incentivare il dialogo con i figli per aiutarli durante la fase della crescita – incalza la Teghini – Un altro aspetto fondamentale è quello dell’ascolto, bisogna far avvertire la propria presenza, essendo autorevoli ma con equilibrio, evitando così di lasciarli soli. Anche perché la cosa grave è che il più delle volte il rifugio diventa il web che in questi casi è più dannoso che altro“.

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento