Classifica

Rapine in villa, la Sicilia in pole position. Se la giocano Trapani e Palermo

rapina-villa-3
8 giu 2016 - 10:11

TRAPANI - Mentre per i furti in appartamento le statistiche indicano il nord Italia, ed in particolare il nord-est come la zona più martoriata, per le rapine in casa è il sud a primeggiare in questa spiacevolissima classifica.

E la Sicilia vanta un tristissimo primato. Il capoluogo di provincia italiano con il più alto tasso di rapine in appartamento è Trapani, 14,4 rapine in abitazione ogni 100 mila abitanti, mentre a ruota c’è Palermo, capitale italiana, tra le grandi città, per rapine in appartamento con 13,8 rapine ogni 100.000.

Basta scorrere le cronache degli ultimi mesi per capire quanto il problema interessi l’isola.

Ed è proprio dell’altro ieri la notizia della rapina in appartamento ai danni di una signora di 81 anni in quartiere periferico di Palermo, Bonagia.

La donna, attirata fuori dall’appartamento con un inganno, è stata poi legata e imbavagliata.

Mentre appena un anno fa le video camere a circuito chiuso ripresero la brutale rapina in appartamento con vittima una donna sola, sempre a Palermo, nel quartiere Zisa. E purtroppo questo spiacevolissimo tipo di criminalità (non che esistano crimini piacevoli per chi li subisce), che si inserisce in un quadro di minore sicurezza nelle nostre città, vede Palermo tra i primi posti.

Una città dove la sicurezza nelle strade sta diventando una utopia e dove si registrano ormai quotidianamente furti e rapine di ogni tipo e con vittime di ogni genere: dai turisti, ai negozi agli anziani a minori.

“Purtroppo – ha detto il Dirigente del Sindacato di Polizia Consap Igor Gelarda – meno si investe in sicurezza, meno sicurezza si avrà nelle strade e nelle case dei cittadini. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ed è inutile fare finta di non vedere la realtà e negare che la criminalità straniera ha assunto un peso sempre maggiore, comprovato dalle statistiche ufficiali, in questo peggiorare della sicurezza in Italia”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA