Criminalità

Rapina a Misterbianco: arrestato il terzo elemento della banda

mfront_arresto_manette
23 ott 2015 - 11:07

CATANIA – Lo scorso 16 ottobre era stato complice di una rapina all’interno di un esercizio commerciale a Misterbianco, ma era riuscito a darsi alla fuga. Tuttavia, le indagini della polizia hanno consentito di individuare Giosuè Lo Cascio, 18 anni, e di arrestarlo.

Giosuè Lo Cascio, 18 anni

Giosuè Lo Cascio, 18 anni

Come detto, circa una settimana fa, il malvivente si è appostato davanti ad un negozio con altre due persone. I complici, armati e con il volto coperto, uno con il passamontagna e l’altro con una maschera, hanno fatto irruzione all’interno dell’attività facendosi consegnare circa 500 euro.

Tuttavia, qualche istante prima era uscito dal negozio un agente fuori servizio, che, nonostante non avesse con sé la pistola, ha deciso di intervenire. Così, “fingendosi” vittima e con le mani alzate si è avvicinato ai rapinatori e con un guizzo si è avventato su quello più alto, riuscendo a disarmarlo e a toglierli il passamontagna. Nel corso della colluttazione, però, è intervenuto anche l’altro uomo con il viso coperto, che lo ha aiutato il “collega” a liberarsi. Nel tentativo di fuga dei tre malviventi, l’agente è riuscito ad aggrapparsi allo sportello della macchina, una Mercedes classe C, riuscendo a vedere in viso anche chi guidava la vettura.

Dopo aver esaminato alcune immagini degli impianti di sorveglianza, la polizia è riuscita ad identificare il veicolo, ritrovato il giorno dopo in Viale Bummacaro. Nel frattempo, gi agenti sono risaliti a Giuseppe Aurora, 27 anni, grazie all’analisi scientifica del passamontagna.

Dopo lunghe ricerche, Aurora e l’altro uomo, il ventiduenne Salvatore Cosenza sono stati trovati ed arrestati. A distanza di qualche giorno (ieri) è stato fermato anche il terzo elemento della banda: Lo Cascio, adesso, è stato posto ai domiciliari.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento