Processo

Rapina in banca con stratagemma: “Mio zio si sta sentendo male, fatemi uscire”

rapina
11 ott 2016 - 10:22

RIBERADue riberesi e quattro palermitani sono stati arrestati lo scorso agosto nell’ambito dell’operazione “Ulisse”.

I due riberesi, Giuseppe Triassi di 24 anni e Daniele Centurione di 28 anni, sono ritenuti i presunti basisti di una rapina nella locale agenzia della Banca Popolare S.Angelo. Il primo si trova adesso in carcere, mentre il secondo è ai domiciliari.

La rapina è stata messa a segno con un particolare trucco: uno dei due è entrato in banca e si è messo a urlare dicendo che suo zio, rimasto fuori, si stava sentendo male e che doveva immediatamente andare a soccorrerlo.

I sostituti procuratori Alessandro Moffa e Cristian Del Turco hanno disposto il giudizio immediato nei confronti delle sei persone coinvolte.  

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA