Antiterrorismo

Pozzallo, la polizia arresta 2 libici con passaporti e targhe false diretti a Malta

polizia
5 dic 2015 - 10:19

POZZALLO - Avevano passaporti e targhe false ed erano diretti a Malta. La polizia, nell’ambito dei controlli più stringenti previsti sopratutto a Pozzallo e a Comiso per via del porto e dell’aeroporto, ha fermato ieri due cittadini dichiaratasi libici che si trovavano su un’auto per le vie del centro pozzallese. I due stavano per andare al porto con i biglietti già acquistati per il catamarano diretto a Malta ed erano finiti già sotto il controllo degli agenti perché stavano facendo numerose telefonate, spostandosi in continuazione.

Spesso,inoltre, uscivano e rientravano dall’albergo dove erano alloggiati, per poi fare ritorno al veicolo (un’autovettura di lusso di grossa cilindrata della Chevrolet di colore giallo) per rimanervi in sosta senza avviare la marcia.

passaporto

Quando sono stati fermati dagli agenti i libici hanno mostrato dei permessi di soggiorno rilasciati dalle autorità maltesi ma un accurato controllo dell’autovettura faceva emergere che tutta la documentazione inerente era contraffatta, inoltre, occultate nel bagagliaio dell’auto, vi erano altre targhe libiche.

Così sono state sequestrati sia il veicolo sia tutti i documenti relativi e dalle risultanze dei controlli effettuati sugli arrestati è emerso che uno di loro era già stato detenuto per lo stesso reato meno di due anni fa a Catania, colto in flagranza nell scaòlo aeroportuale, con l’arresto operato dalla polizia di frontiera.

Gli accertamenti sui due soggetti sono proseguiti per ore. Dalle indagini è emerso che avevano fatto ingresso dalla frontiera portuale di Palermo, poi in auto si erano recati a Pozzallo e da quella frontiera stavano per partire per Malta. A seguito degli arresti della squadra mobile, la procura ibela ha richiesto la convalida e contestuale applicazione della misura cautelare in carcere.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati