Riunione

Ragusa, incontro sul trasporto pubblico

20160114_123524
14 gen 2016 - 19:03

RAGUSA - Si è svolto stamani l’incontro promosso dal sindaco Federico Piccitto di Ragusa riguardo alle problematiche inerenti il servizio di Trasporto Pubblico Locale gestito dall’AST Spa.

All’incontro, svoltosi nella sala giunta, sono stati invitati ad intervenire i rappresentanti dei comuni dell’area della Sicilia sud orientale in cui in atto l’AST svolge il servizio di trasporto pubblico urbano. Non sono mancati gli interventi dell’assessore al bilancio e programmazione, Stefano Martorana e dell’assessore ai trasporti, Antonio Zanbotto, interventi anche del sindaco di Chiaramonte Gulfi, Vito Fornaro,  dell’assessore ai trasporti del comune di Modica, Salvatore Lorefice, del sindaco di Gela, Domenico Messinese, e dell’assessore ai trasporti del Comune di Siracusa, Antonio Grasso. 

Il sindaco Piccitto, che ha aperto l’incontro, ha parlato della situazione di assoluta incertezza circa il futuro di AST Spa che metterebbe in discussione la garanzia della copertura del servizio per tutto l’anno in corso. Per questo motivo il primo cittadino di Ragusa ha rappresentato  l’opportunità di avviare un percorso comune teso a risolvere le eventuali criticità con un intervento congiunto nei confronti della Regione Siciliana affinché venga assicurato, nell’ordinario, un sostegno adeguato al mantenimento  del servizio di trasporto pubblico locale nelle città servite dall’AST ed a livello straordinario, per farsi carico di assorbire le perdite registrate dall’azienda almeno per il tempo necessario all’avvio delle procedure d’appalto che ciascun Comune dovrà avviare per l’individuazione di un nuovo aggiudicatario del servizio, iter che potrà essere completato in non meno di due anni.

La necessità espressa da tutti i rappresentanti dei Comuni presenti all’incontro è stata quella di chiedere alla Regione Siciliana che venga riconosciuto agli enti locali il contributo regionale per lo svolgimento del servizio di TPL anche nella circostanza in cui il vettore non fosse più L’AST.

L’accordo raggiunto nel corso della riunione odierna è stato quello di elaborare insieme un documento che sarà sottoscritto dai Comuni interessati con le precise istanze che dovranno essere avanzate alla Regione Siciliana e di richiedere nel contempo all’assessore regionale alle infrastrutture mobilità e trasporti la convocazione di un tavolo di confronto con tutti i Comuni interessati alla problematica.

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento