Tragedia

Ragusa: incidente mortale, vittima un ciclista tunisino

auto carabinieri lancia
15 gen 2015 - 20:02

RAGUSA – Erano circa le 6,30 quando il tunisino Mifthi Moussa, 40 anni, si stava recando al lavoro in un’azienda serricola, pedalando sulla strada provinciale Punta Secca–Scoglitti, nel Ragusano quando è stato investito da un’auto pirata.

L’uomo, colpito da una Fiat Panda di colore bianco, è stato sbalzato dalla bici e ha sbattuto contro una recinzione formata da un muretto di cemento e pali in ferro.

Nell’impatto l’uomo ha riportato un trauma cranico che l’ha portato alla morte. Era sposato e aveva quattro figli.

I carabinieri stanno indagando per individuare il conducente dell’auto che non si è fermato per soccorrere la vittima.

Nel sinistro è stato coinvolto anche il fratello del tunisino, Moussa Sabeur, 31enne, che si stava recando anche lui al lavoro, che ha riportato solo lievi lesioni.

Il conducente della Fiat Panda, secondo le prime ricostruzioni, si sarebbe fermato per prestare soccorso ai due uomini, poi resosi conto della gravità dell’incidente da lui causato, sarebbe fuggito. Continuano le indagini per risalire alla sua identità.

Commenti

commenti

Alessandra Modica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento