Scontro

Ragazzo di 15 anni in escandescenza punta il coltello contro volontari e carabinieri

Carabinieri
4 gen 2016 - 09:42

MARSALA - Impugna un coltello e lo agita minacciando tutti. È successo nella comunità d’accoglienza per minorenni in via Borromini a Marsala. Una violenta rissa ha visto coinvolti un ragazzo di 15 anni e i volontari della struttura che tentavano di calmarlo… senza successo. Il giovane era in totale escandescenza tanto che è stato necessario avvertire il 112.

Sul posto sono arrivati i carabinieri ma neanche la loro presenza ha frenato l’ira funesta del ragazzino che ha continuato ad agitare quel coltello scagliandosi contro i militari: ha tentato di aggredirli, di rubare dalla fondina la pistola ad un carabinieri e alla fine ne ha mandato uno al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”

Solo dopo qualche ora i militari sono riusciti ad immobilizzarlo, disarmarlo ed arrestarlo, portandolo nell’Istituto di pena minorile “Malaspina“.

Ora deve rispondere di minaccia, violenza, resistenza a pubblico ufficiale, lesione personale, tentato furto con strappo aggravato e porto illegale di armi da punta e taglio.

Con lui è stato denunciato anche un 16enne per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento