Criminalità

Catania, esplode il fenomeno delle ragazzine “delinquenti”

Coltello in mano rapina
15 mar 2016 - 17:37

CATANIA - È il “gentil sesso”, che tanto gentile non è, il protagonista di alcuni crimini cittadini.

Nella serata di ieri, infatti, la polizia ha fermato la diciannovenne pluripregiudicata Valentina Vinciguerra, rea di aver tentato la rapina in due esercizi commerciali, uno in via Gabriele D’Annunzio e uno in Corso Italia. Gli agenti sono intervenuti immediatamente dopo le segnalazioni ricevute e hanno individuato la Vinciguerra, ancora in possesso del coltello utilizzato per mettere a segno i colpi.

La donna, rinchiusa nel carcere di piazza Lanza, ha compiuto altre rapine nei giorni scorsi, ragion per cui la polizia ha invitato le vittime a recarsi all’ufficio fermati per il riconoscimento della ragazza.

Ma non solo. I carabinieri hanno fermato altre due ragazze, una di 18 e una di 24 anni, colpevoli di furto all’interno di un supermercato Simply.

Dopo aver manomesso i dispositivi antitaccheggio, le ragazzine hanno messo i prodotti all’interno delle borse. In seguito alla segnalazione dei dipendenti, i militari sono intervenuti e, dopo aver individuato le due ragazzine, le hanno perquisite ritrovando la merce rubata, per un valore complessivo di 50 euro.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA