FreeTax

Quel “pasticcio con Virauto” e il tentativo fallito di rimediare. LE INTERCETTAZIONI

intercettazioni
9 feb 2016 - 09:43

CATANIA - “Dice, chi le ha fatte queste sentenze? Il dottor Impallomeni. Vediamo questa macchina chi ce l’ha. Ce l’ha lui. Cioè qualcuno ha visto questa macchina con questo timbro Commissione Tributaria. Vediamo di chi è, e vedono che è della Virom. Vedono Virom e chiedono le sentenze. Quando sono venuti questi l’ultima volta a prendersi tutte quelle sentenze?”

Sono queste le parole che hanno incastrato il giudice Impallomeni mentre conversava proprio con il cancelliere Antonino Toscano. I due avevano appena intuito di essere intercettati dopo che a luglio 2015, mentre la magistratura indagava, aveva scoperto una sentenza della Commissione Tributaria basata su dati falsi e approfondendo era emersa l’appartenenza a Impallomeni di macchine della Virauto. 

Continuando con le intercettazioni Toscano risponde così: “La settimana scorsa. No la settimana passata, quella prima. Venerdì della settimana scorsa”.

Impallomeni: “Venerdì, e loro, loro lo dicono…ipotizzano che da questa data, da questa cosa c’è…”

Toscano: “Ma la sentenza quando è stata?

Impallomeni: “Due anni fa, tre anni fa”

Intercettazioni 2 

Impallomeni e Toscano avendo capito di essere sotto indagine hanno tentato di sostituire una sentenza favorevole con una di condanna ma ormai “il pasticcio Virauto” era stato fatto e non si poteva più tornare indietro. 

Impallomeni: “Però che ricordo io sono sentenze vecchie… solo che ce n’è una ultima che loro hanno trovato perché ancora si doveva decidere… che io ho depositato favorevolmente. Ora io ti volevo dire, lunedì mattina quando tu arrivi… se non l’ha ancora caricata, ci dici blocca questa, mettigliela da parte, tornagliela”

Toscano: “Quando gliel’hai portata?”

Impallomeni: “Giovedì”

Toscano: “Già l’ha caricata! Quello se le leva subito, immediatamente… ieri gli è passata”

Impallomeni: “Ci dici, ce n’era una sbagliata, il dott. Impallomeni mi ha detto di tenerla ferma perché la deve sistemare… e ora ti do il nome e tutto! E in più dovresti tucercare di trovarmi quelle due sentenze che loro hanno acquisito… una Virauto… è facile Virauto S.r.l.”

Impallomeni: “Mi dispiace per questa sentenza perché sono stato indeciso fino all’ultimo di depositarla, io gliela facevo di condanna che mi interessava Nino. Alla fin fine quelli se li possono pagare quattro lire”.

intercettazioni 3

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati