Prevenzione incidenti

Quartiere Cibali, sicurezza stradale a rischio. Buceti: “Urge attivare un piano per proteggere il territorio”

prevenzione sicurezza stradale
Via Ballo
1 dic 2015 - 10:01

CATANIA - Il quartiere Cibali è ormai da tempo considerato uno dei meno sicuri di Catania per quanto riguarda il rispetto delle norme stradali: a segnalarlo è Erio Buceti, consigliere della IV Municipalità.

cibali martelli castaldi

Via Martelli Castaldi

Soprattutto tra via Ballo e via Sabato Martelli Castaldi sarebbe scarsissima la presenza di postazioni di blocco e di rado si rispetterebbero i limiti di velocità, in particolar modo in prossimità delle strisce pedonali. Parecchie le proteste degli abitanti della zona i quali assistono frequentemente ad incidenti più o meno gravi e temono, prima o poi, di poter essere coinvolti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Via Ballo

Erio Buceti, proprio per arginare il pericolo, ha quindi chiesto all’amministrazione comunale di prendere provvedimenti per rendere più sicuro il quartiere Cibali: “Ho ricevuto tante segnalazioni da parte dei residenti per via Sabato Martelli Castaldi e via Giuseppe Ballo. Persone che spiegano come in queste due arterie l’incidente stradale si può verificare da un momento all’altro. Come consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” il sottoscritto Erio Buceti si fa portavoce delle lamentele di abitanti, commercianti e pendolari di queste due zone e chiede all’amministrazione comunale di attivare un piano di interventi per rendere più sicuro il territorio. Provvedimenti simili a quelli già intrapresi sulla vicina circonvallazione. Qui l’impiego dell’autovelox ha l’effetto di evitare le folli velocità e scongiurare eventuali incidenti. Lo stesso risultato che si potrebbe raggiungere in via Ballo e via Castaldi. Quest’ultima,in particolare, è una delle arterie nevralgiche di Cibali perché collega il quartiere al viale Mario Rapisardi. Qui c’è persino il plesso dell’istituto comprensivo “De Roberto” con centinaia di alunni che ogni mattina entrano a scuola. Un’invasione di auto e scooter che di fatto paralizza la viabilità e crea lunghe code“.

Via Martelli Castaldi

Via Martelli Castaldi

Se per quanto riguarda la mattina la viabilità ed il rispetto del codice della strada risentono della presenza di centinaia di motorini che guizzano da un lato e dall’altro di esasperati automobilisti in transito per via Ballo e via Castaldi, la situazione non migliora certo di pomeriggio quando, eliminata la confusione mattutina, ci si sente autorizzati a percorrere le strade del quartiere Cibali a tutta velocità mettendo a rischio l’incolumità di automobilisti e di pedoni; aggiunge Erio Buceti: “Nel tardo pomeriggio, invece, con la strada quasi completamente sgombra, si cammina a tutta velocità ed i pedoni che vogliono attraversare la strada rischiano costantemente di essere investiti. La potatura delle piante all’interno dello spartitraffico ha migliorato la visibilità ma siamo ancora ben lontani dal considerare questa strada sicura. Anche su via Ballo gli abitanti chiedono maggiori azioni repressive da parte delle forze dell’ordine e l’applicazione di un piano viario che sostituisca quello attuale. Con il doppio senso di marcia lungo l’intera strada, l’incrocio con via Scannapieco diventa teatro di continui tamponamenti. Molti incidenti sono stati evitati per un soffio ma la sera, con la visibilità che peggiora, il tamponamento diventa inevitabile. Qui i controlli vengono garantiti da polizia e carabinieri ma si concentrano quasi esclusivamente durante le ore diurne quando la strada è piena di auto e si cammina quasi a passo d’uomo“.

Il quartiere Cibali insomma necessiterebbe di ulteriori misure atte a prevenire incidenti e a migliorare la sicurezza delle strade, è chiaro però che sarebbe utile anche ottenere la necessaria collaborazione da parte degli automobilisti.

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA