Droga

Quando lo spaccio è questione di famiglia: arrestati padre e figlio con quasi due chili di marijuana

FOTO 2
25 ago 2015 - 13:01

PALERMODue arresti per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio sono stati effettuati sabato mattina da una pattuglia della stazione carabinieri di Altarello di Baida impegnata in un servizio di controllo del territorio e di contrasto al mercato degli stupefacenti.

I militari hanno fermato in via Pitrè, angolo viale Regione Siciliana, una Opel Corsa: il conducente alla vista della volante ha cercato di cambiare strada ed invertire la direzione di marcia. Insospettiti i militari hanno fermato il mezzo ed il guidatore, forse sperando di non essere visto, ha aperto la portiera e ha gettato a terra un portaocchiali di colore rosso, prontamente recuperato dai carabinieri. All’interno vi erano 4 confezioni di marijuana, per un peso complessivo di 6 grammi circa.

Cappello Salvatore - Cappello Ignazio

Cappello Salvatore – Cappello Ignazio

Sono stati così identificati padre e figlio, il conducente, Ignazio Cappello, ventiquattrenne palermitano e Salvatore Cappello, 47 anni, proprietario del mezzo. Scattata la perquisizione dell’abitazione dei due, sono stati ritrovati  7 vasi di canapa indica dell’altezza di circa 25 cm, 1 bilancino di precisione e 23 bustine in plastica trasparenti, in un trolley 7 involucri di plastica chiusi a caldo, contenenti marijuana per un peso totale di circa 1850 grammi.

Accompagnati in caserma su disposizione dell’autorità giudiziaria sono tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti. 

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento