Vademecum

Cosa fare quando un amico si sente male…

immaginisballo
14 ago 2015 - 19:38

CATANIA - Ferragosto è arrivato e con esso i falò sulla spiaggia, la discoteca, e i cornetti all’alba. Ma anche tanto alcool, spesso comprato nei supermercati sottomarca, vodka di infima categoria mischiata con aranciata, o altri liquori economici ma di forte gradazione. La ricerca di uno sballo veloce, una sensazione di stordimento o euforia con pochi euro, dato che i costi degli alcolici in discoteca o nei pub sono proibitivi. Ubriacatura facile, veloce ed economica. Non tutti però reggono l’alcool, o peggio, allo stesso modo, le soglie di tolleranza sono molto personali e legate a fattori come età o peso. Capita quindi che qualche amico si possa sentire male e dopo il caso di Ilaria, la ragazzina morta in spiaggia abbandonata dai suoi amici, ci siamo interrogati su un problema molto spinoso: ma questi ragazzini che si sono fatti prendere dal panico e sono scappati sapevano cosa fare in caso d’emergenza? E i cosiddetti adulti?

Ecco un piccolo vademecum, che non ha alcuna velleità medica, ma solo qualche piccolo accorgimento di buon senso che però potrebbe essere utile conoscere.

Cosa fare quando un amico sta male?

Per prima cosa: NIENTE PANICO! Restate calmi e stategli vicino; non lasciatelo solo e chiamate il 118, spiegando con calma e in modo dettagliato cosa sta succedendo e dove siete. Aspettate i soccorsi. Cercate di farvi dire, se non lo sapeste, che sostanza ha ingerito e comunicatelo al personale medico, che, ricordiamo, è tenuto al segreto professionale.

Cercate di muovere la persona delicatamente, di tenerla sveglia, pizzicate le guance, parlatele  in modo calmo e affettuoso;  se perde i sensi, adagiarla su un fianco, in posizione di sicurezza: farla sdraiare con una gamba estesa e l’altra piegata, in modo che non possa rotolare; non spostarla dalla posizione di sicurezza fino a quando non arrivano i soccorsi.

Uno dei principali rischi legati all’assunzione di sostanze è rappresentato dal colpo di calore, ossia da un aumento eccessivo della temperatura corporea che spesso consegue all’assunzione di alcune sostanze ed è favorita dalla temperatura elevata del locale e dalla disidratazione. Può essere mortale. I SINTOMI che si presentanoallucinazioni acustiche e visive, nervosismo, irritazione, confusione, disorientamento, crampi alle mani, alla braccia, alla schiena, capogiri, mal di testa, nausea, vomito, stanchezza improvvisa, paranoia, ansia, depressione. IMPORTANTE: i derivati di AMFETAMINE e ECSTASY sono ancora più dannosi se assunti da persone affette da ipertensione, cardiopatie, asma, epilessia e possono interagire pericolosamente con i farmaci. CHE FARE QUINDI? Se siete in un luogo pubblico (discoteca, stadio, bar, rave, centri di aggregazione giovanile) e il vostro amico perde i sensi, bisogna portarlo in un luogo tranquillo, liberarlo degli indumenti pesanti, bagnargli viso e polsi per mantenerlo fresco, chiamare il 118. In ogni caso cercate di fargli bere molta acqua, o un succo di frutta o una bevanda zuccherata. Sembra sciocco da ricordare ma NON SOMMINISTRATE ALCOLICI, perché aumenterebbero il rischio di disidratazione.

 

 

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento