Codacons

Più di 500 professionisti contro le trivelle: “Informiamo i cittadini”

trivelle
3 apr 2016 - 18:14

CATANIA – “No alle trivelle, Sì al referendum”. Sono 525 i professionisti siciliani da medici ad avvocati, da giornalisti a docenti universitari che hanno aderito al “comitato ambientalisti e consumatori: no alle trivelle, sì al referendum”.

Parliamo di un comitato nato per informare i cittadini sul quesito refendario e illustrare le conseguenze che potrebbero scaturire dal voto, in un senso o nell’altro.

Del comitato, inoltre, fanno parte numerosi esperti italiani in materia, tra i quali Roberto Cenci, di Varese, già componente della Commissione Europea per l’Ambiente, Salvatore Fasulo docente di Ecocitotossicologia all’Università di Messina, Riccardo Maggiore, chimico ambientale dell’Università di Catania, Antonio Cuspilici medico igienista, Angelo Messina biologo ed esperto in problematiche ambientali e l’ingegnere e giornalista ambientale Alessandro Mauceri.

“In qualità di associazione ambientalista siamo contro le trivellazioni, che finirebbero per distruggere le coste del nostro territorio - spiega Francesco Tanasi segretario nazionale Codacons -. Questo comitato avrà proprio il compito di spiegare, senza alcuna interferenza politica, perché è importante votare si al prossimo referendum e le conseguenze che scaturirebbero dal voto dei cittadini”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA