Pedofilia

Promette un paio di scarpe e poi gli tocca le parti intime, 70enne condannato

abusi
22 dic 2016 - 10:31

PALERMO - Ha adescato un minorenne con una scusa banalissima, ma oggi è stato condannato a 5 anni di carcere.

È questa la storia di Antonio Albanese, un 70enne palermitano, che questa estate è stato beccato “con le mani nel sacco”, mentre abusava di un ragazzino dopo avergli promesso in regalo un nuovo modello di scarpe.

Il tutto è successo vicino alla stazione centrale: Albanese avvicina un 12enne e, con la scusa del “regalo”, riesce a farlo salire in macchina. Subito mette in moto e lo porta in via Roma, una strada che costeggia proprio la stazione.

A quel punto l’uomo ha il via libera. Si avvicina al ragazzino e inizia a toccargli le parti intime, ma proprio mentre stava commettendo l’abuso è stato fermato dalle forze dell’ordine, che erano già sulle tracce del pedofilo da un po’ di tempo.

Non appena sono arrivati i poliziotti, il giovanissimo, originario della Guinea Equatoriale, è fuggito perché temeva di aver fatto qualcosa di male. Secondo alcune indiscrezioni il dodicenne, sbarcato in Sicilia qualche mese prima dell’episodio, sarebbe fuggito all’estero con l’intenzione di raggiungere alcuni familiari.

 Foto di repertorio

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA