Polizia

Profilattici, falli in gomma e parrucche, trans si prostituisce a Ragusa: chiusa casa a luci rosse

prostituzione
29 feb 2016 - 10:31

RAGUSA - Chiusa un’altra casa a luci rosse e questa volta in Corso Italia a Ragusa.

Al suo interno, la polizia ha trovato un transessuale che nell’ultimo periodo si stava prostituendo creando malumore fra i vicini.

Pochi giorni fa una volante della polizia era intervenuta proprio in quell’abitazione a dopo una lite tra vicini di casa. Gli agenti avevano annotato quanto accaduto e tramesso gli atti alla Squadra Mobile che ha avviato una brevissima indagine.

Neanche una settimana per riscontrare che la lite era scaturita proprio dal fatto che il transessuale si prostituiva e questo aveva creato forte tensione con gli altri condomini.

Sabato pomeriggio si sono messi di fronte la casa segnalata e dopo poco hanno notato che lì stavano entrando due uomini e una donna, subito bloccati. I tre soggetti hanno capito subito il motivo della presenza della polizia e hanno detto di essere andati a trovare un loro amico trans che abitava al terzo piano dell’edificio.

E proprio al terzo piano del palazzo fuori dalla porta c’era un soggetto di origini brasiliane con diversi precedenti penali. Lo stesso riferiva di convivere in quell’appartamento con il compagno napoletano e forniva anche i recapiti della proprietaria di casa, ammettendo di prostituirsi.

All’interno dell’appartamento sono stati trovati un centinaio di profilattici, un fallo di gomma, video porno e diverse parrucche. Anche in questo caso il giro di affari era fiorente: il cliente poteva spendere fra i 50 e i 200 euro in base alle richieste sessuali.

Solo nel 2015 sono state chiuse ben 15 case, la maggior parte nel comune di Ragusa ma anche in altre zone. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA